Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Claudia Gerini se la canta: «Ecco il mio Califfo»

claudia-gerini-1217Franco Califano, artista e uomo, raccontato in musica e parole da Claudia Gerini. L’attrice romana, alla prova come cantante, in Qualche estate fa, un viaggio tra le canzoni più note di Califano, in scena alla Casa del Jazz di Roma. Lo spettacolo è un omaggio al femminile ad uno degli interpreti più puri della romanità, attraverso le canzoni-racconto di nove donne immaginarie, che vivono sul palco grazie a Claudia Gerini.

Cosa le è piaciuto di questo progetto?

Il fatto che Califano fosse raccontato da una voce femminile, perché tutta la sua vita artistica è stata influenzata dalle donne. Ci sono dei brani recitati che raccontano pezzi della sua vita, in modo sentimentale, non didascalico. Era un uomo di grande umanità, un anticonformista, parlava con i barboni, raccontava gli aspetti più fragili degli esseri umani, puntando dritto al cuore.

Califano era innamorato di Roma, lei?

Io sono innamorata persa, soprattutto negli ultimi tempi, perché è sciatta e ha bisogno di cure. L’ho riscoperta, visitando i siti archeologici e fatto tante passeggiate. Anche artisticamente ruoto intorno a Roma, la sto raccontando in Suburra e in un nuovo film, Dolce Roma, che racconta il mondo del cinema, stile Grande Bellezza.

Lei è una delle attrici più amate dal pubblico. Come spiega il suo successo?

Penso che un’attrice debba avere dei tratti comunicativi sul suo viso, che creino empatia. Ho iniziato da ragazzina a fare questo mestiere e dopo Viaggi di nozze c’è stato un cambiamento nella carriera. Ho cercato di scegliere progetti che mi continuassero a formare, uscendo dalla comfort zone.

Le piace di più pensare al suo passato o immaginare il futuro?

Mi piace vivere il presente. Ho letto un libro recentemente, che parla della nostra mente ingannevole, che sposta l’attenzione dal momento. Di carattere tendo a rimuginare, ma difficilmente ho dei rimpianti. Sono proiettata nel futuro, ma il presente non lo dimentico mai.

Mi racconta la sua cameretta da ragazzina?

Avevo i poster di Madonna, Tom Cruise e Duran Duran. Amavo le Barbie, ci ho giocato fino in prima media, poi guardavo le serie tv come Fame, ascoltavo la musica pop, infatti Califano l’ho scoperto da adulta.

Le sue passioni oltre il cinema?

Faccio principalmente la mamma, il mio primo mestiere. Pratico sport, mi piace viaggiare e leggere.

Ha lavorato in alcuni film hollywoodiani. Ha mai pensato di trasferirsi?

In passato ci ho pensato, ma con le bambine ed i papà italiani non potrei trasferirmi. Mi piacerebbe far parte di un cinema europeo per rientrare in un mercato più globale, ma la mia carriera è in Italia.

Se il cinema domani finisse, cosa farebbe?

Spero proprio di no (ride ndr), mi rendo conto che il grande cinema si può vedere anche in salotto. Vorrà dire che andremo casa per casa ad ingrandire gli schermi

Claudia Gerini se la canta: «Ecco il mio Califfo»ultima modifica: 2018-07-12T01:30:22+02:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment