Bimba di 5 anni malata di tumore “sposa” il suo migliore amico

Sognava di sposare il suo migliore amico, ma purtroppo la piccola Eileidh non poteva aspettare di diventare grande per coronare il suo sogno d’amore. All’età di due anni, infatti, le era stata diagnosticata una rara forma di tumore che, malgrado le cure, non ha fatto che peggiorare fino al tremendo annuncio dei medici: Eileidh non sarebbe sopravvissuta.

bambina-di-5-anni-dettaglio

Così, come riporta The Independent, i suoi genitori le hanno organizzato una «cerimonia» ad Aberdeen, Scozia, in miniatura nel corso del quale ha potuto dire sì a Harrison, il suo migliore amico. «Quando ci hanno detto che era in fase terminale – ha spiegato la mamma Gail a CBS News – abbiamo deciso di fare una lista delle cose che avrebbe voluto fare, per costruire quanti più ricordi possibile». Un viaggio a Disneyland Parigi, una cameretta dipinta di rosa e, il più importante di tutti, il matrimonio con tanto di velo e vestito da principessa. Il piccolo Harrison ha addirittura preso in prestito uno degli anelli di sua mamma da regalare alla sua «fidanzata» speciale. Un legame speciale, il loro: «Harrison non fa che dire che la ama e che vuole sposarla», ha raccontato Stephanie, madre del promesso sposo. Così, la cerimonia si è svolta qualche settimana fa: Eileidh è stata accompagnata al finto altare da suo fratello maggiore, Callum, e lei e Harrison sono stati dichiarati «migliori amici per sempre». E la mamma della piccola ha letto una favola scritta da lei sulla battaglia della figlioletta contro la malattia. Poi, la festa con amici, parenti e supereroi.

Ludmilla Radchenko mamma bis, è nato Nikita

“Dopo 2 giorni di sofferenza sei venuto al mondo… non posso descrivere emozione che mi riempie… 3,580 kg…sei già il mio secondo Superman dopo il tuo papà!!

C_2_fotogallery_3012230_0_image

Benvenuto a questo mondo Nikita!!”, cinguetta dal letto della clinica l’artista, moglie della Iena Matteo Viviani, mentre allatta il suo neonato. La coppia ha già una bimba, Eva, nata nel 2012.

Il villaggio dove le ragazze si trasformano in maschi a 12 anni per una sindrome rarissima

C’è un villaggio nella Repubblica Dominicana dove i ragazzi nascono femmine e diventano maschi a 12 anni. Sembra una storia assurda ma che viene confermata dalle esperienze degli stessi protagonisti.

villaggio-malattia-sindrome-guevedoces

La Bbc ha seguito la vicenda di Johnny, un ragazzo di 20 anni che fino all’età della pubertà si chiama Felicita. “Quando sono nato i miei genitori e i medici pensavano che fossi una bimba – racconta – mi vestivano con le gonnelline e mi regalavano giocattoli da femminuccia, ma in realtà io non mi sentivo a mio agio”. Poi, compiuti i 12 anni, qualcosa nel suo corpo è cambiato. Si è sviluppato l’organo maschile.Ma lui non è l’unico. Nel villaggio di Salinas sono almeno 1 ragazzo su 90 a soffrire di questa sindrome che viene chiamata “Guevedoce”. Gli scienziati credono che tutto ciò accada a causa della mancanza di un enzima che impedisce all’ormone sessuale maschile di formarsi prima della pubertà.Una sindrome r arissima nel mondo, ma divenuta ormai comune in questo villaggio della Repubblica Dominicana. Una volta sviluppato, il ragazzo poi non presenta alcuna anomalia fisica. Il suo organo genitale funziona regolarmente. Ma non tutti accettano questo cambiamento e alcuni di loro preferiscono operarsi e continuare la loro vita al femminile.