Attentanti Parigi, Madonna ricorda le vittime sul palco e scoppia in lacrime

Anche Madonna ha voluto esprimere la sua solidarietà alle vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre. Nel corso del concerto di Stoccolma, sabato 14, la regina del pop ha dedicato un lungo discorso alla tragedia: “Vogliono zittirci, ma non lo permetteremo, ha detto la cantante, invitando il pubblico a osservare un minuto di silenzio in ricordo delle vittime, prima di scoppiare in lacrime e intonare “Like a Prayer”.

C_4_foto_1413306_image

Un lungo e toccante discorso. Poi un silenzio irreale per omaggiare quanti sono morti e le loro famiglie. Madonna ha partecipato in lacrime al lutto internazionale per le stragi di Parigi, parlando agli oltre 40 mila fan accorsi nella capitale svedese per il suo show: “Questo spettacolo è una celebrazione della vita, del difendere i propri diritti e del lottare per ciò in cui si crede – ha esordito la regina del pop – E’ stato difficilissimo per me arrivare a questo punto senza pensare a ciò che è accaduto ieri notte. Devo prendermi un momento per parlare di quella tragedia. Le orribili uccisioni, gli assassinii e l’inutile fine di tante vite preziose a Parigi l’altra notte”.
“Ho pensato di cancellare lo show, ma poi mi sono detta perché farlo, perché permettere a queste persone di fermare me, di fermare tutti noi – ha spiegato Madonna – È esattamente quello che queste persone vogliono fare: vogliono metterci a tacere e noi non lo permetteremo”.
“Noi meritiamo di divertirci e nessuno nel mondo può impedircelo, nessuno può impedirci di fare quello che amiamo”, ha detto più avanti prima di concludere con un messaggio di pace. “Un altro punto che voglio sottolineare è che ci sono persone che non hanno rispetto per la vita umana. Non cambieremo il mondo in cui viviamo se non cambiamo prima noi stessi, se non iniziamo a farlo ogni giorno nel nostro piccolo. Non cambieremo il mondo eleggendo un nuovo presidente o uccidendo altre centinaia di persone – ha proseguito la cantante – Dobbiamo iniziare a trattare ogni essere umano con dignità e rispetto e questa è l’unica cosa che può cambiare il mondo. L’unica”.
“Solo l’amore cambierà il mondo. Ma amare in maniera incondizionata non è facile e anche amare quello che non capiamo, quello che ci sembra così diverso, ma dobbiamo farlo”, ha concluso.
Il video è stato immortalato dai fan con centinaia di telefonini e telecamere e poi pubblicato sul web.

Zlatan Ibrahimovic andrà a vivere in ex chiesa

Zlatan Ibrahimovi andrà presto a vivere in una ex chiesa nel centro di Stoccolma. L’attaccante svedese del Psg, con il pallino per gli investimenti immobiliari (pare abbia acquistato almeno otto proprietà in giro per l’Europa) avrebbe rilevato l’edificio religioso per 11,8 milioni di euro, secondo quanto riporta la rivista ‘Fastighetsvärlden’.

C_4_foto_1407414_image

La chiesa in realtà era stata già acquistata nel 2012 dalla holding della madre di Ibra… Tutto in famiglia.
L’ex chiesa, che risale al 1896-1900 ed è stata già più volte ristrutturata ad uso residenziale, è composta di 4 piani per circa 900 metri quadrati. Nel progetto della nuova ristrutturazione voluta da Ibrahimovic ci saranno anche un ampio garage e un ufficio al piano terra con doppie scale al secondo e terzo piano, mentre al quarto ci dovranno essere cinque stanze da letto e sul tetto una grossa terrazza. Insomma una vera reggia, che Zlatan si è intestato assicurandosi la proprietà che fu di sua madre Jurka Gravic e della holding da lei presieduta la società Pestolla. Attualmente il bomber svedese, il quarto giocatore più pagato al mondo, abita a Parigi, in una casa da 600 metri quadrati non lontano da Place de l’Etoile, suddivisa in tre appartamenti con 9 bagni e altrettante camere da letto oltre a un parcheggio sotterraneo che può ospitare 5 auto. Affitto mensile? 30 mila euro.