Floriana Secondi “perdona” la mamma: “Non la odio, mi ha sempre rifiutata ma la capisco”

“Come posso avercela con una persona che ha sofferto, che non è mai stata amata da nessuno? Ora che ho un figlio capisco la fatica di essere madre.
Ho imparato che nella vita non si giudica mai nessuno”.

12814746_1256672731015809_7484762616386314892_n

Floriana Secondi, vincitrice della terza edizione del Grande Fratello, ospite a Domenica Live ha parlato del rapporto con la mamma ed ora, attraverso “Nuovo” vuole chiarire la sua posizione: “Non l’ho mai odiata – ha spiegato alla rivista – Nonostante lei mi abbia sempre rifiutata e lo faccia tuttora, io le ho offerto il mio appoggio. Lei era una vittima della droga, è stata condizionata da persone sbagliate ed era troppo giovane per crescere un figlio”.
In questo momento non ha un compagno (“Siamo troppo diversi, non potevamo piu’ stare insieme. Lui non ha accettato che la nostra storia sia finita. Ma io guardo avanti. Era il padre di mio figlio, è stato un fallimento per me ed è un grande dolore che ancora mi porto addosso”), e anche lei deve crescere un figlio: “Voglio che mio figlio cresca educato e rispettoso. Ma io ho un bel caratterino… Ogni tanto mi scuso con lui per essere troppo esuberante e gli dico: “Magari avresti voluto un’altra mamma”. Lui però mi abbraccia ed io mi sciolgo”.

Emma Marrone perdona Belen: “Quello che è successo lo so io. Ci ho messo una pietra sopra”

Belen-vs-Emma“Partiamo dal presupposto che quello che è successo a me lo so io”. A parlare Emma Marrone in un’intervista a “La Stampa”, in cui ricorda il “furto” del fidanzato Stefano De Martino, allora ballerino di “Amici”, da parte di Belen: “Non mi piacciono le guerre dei Roses. Ho 30 anni, una mia serenità, lavoro. Ci ho messo un macigno sopra. Basta con Eva contro Eva, le guerre fra comari non mi appartengono. Un sorriso vale più di 10 schiaffoni”.  La famiglia per lei è stata importante (“Papà era infermiere di pronto soccorso e mi ha fatto diventare la persona più ipocondriaca al mondo, mi porto sempre dietro tutte le medicine. Mio fratello ha 27 anni, fa l’elettricista. Mamma è il boss di casa, si fa carico di tutti”), ma la sua vita privata risente del successo che l’ha investita: “Anche a una vita in generale. Ma se cominci a dire dei no, a 30 anni non è bello. C’è il senso del dovere, il dire grazie alla vita per tutto. Certo poi tante mancanze ti rendono anaffettiva”