Eva Grimaldi e Imma Battaglia in lacrime da Barbara D’Urso: “Quella telefonata…”

Imma Battaglia a Domenica Live ha parlato dei problemi con la famiglia di Eva Grimaldi ai tempi del loro outing, durante la partecipazione all’Isola dei Famosi. Stando a quanto riportato da Imma, la causa di questi problemi fu il fatto che Eva, all’ultimo momento e prima di partire, avesse detto ai parenti della loro relazione.

2302030_evagrimaldiimmabattaglia

La famiglia di Eva non l’ha presa bene e Imma ha anche detto di aver ricevuto una brutta telefonata da parte di un parente della sua amata compagna. Imma è stata molto critica nei confronti di Eva Grimaldi per la sua scelta di dire tutto all’ultimo. “Io lo avrei detto prima per dare il tempo di elaborare la notizia” confessa la Battaglia. Ma poi, per fortuna tutto è rientrato: “Al funerale di sua mamma il fratello Francesco mi ha abbracciato e mi ha detto: “Scusa, ti vogliamo bene”. Copn questo episodio tutto si è normalizzato e la storia d’amore prosegue indisturbata.

Imma Battaglia: “Eva Grimaldi sull’Isola per scrollarsi di dosso gli stereotipi”

“Ci sono stati grandi corteggiamenti e lunghi tempi di conoscenza, tra cinema, pizze e concerti. Tanti giochi. Ma ripeto, noi usciamo per Roma insieme da anni, non ci siamo mai nascoste, solo che la nostra relazione affettiva l’abbiamo sempre vissuta nel privato”.

eva-grimaldi_980x571

Imma Battaglia parla della sua relazione con Eva Grimaldi, ora partecipante all’Isola dei Famosi, che ha raggiunto in Honduras per qualche giorno: “Avevamo parlato a lungo della sua scelta di partecipare al programma, mi aveva avvisato che avrebbero scavato nella sua vita privata e c’era il rischio che la nostra relazione uscisse fuori. Anche se in verità noi non ci siamo mai nascoste – ha dichiarato a “Vanity Fair” – Io ci ero già passata, per me è la terza storia con una persona che non ha mai amato altre donne all’infuori di me. Ci siamo conosciuti nel settembre 2010, tramite amici comuni, e ho apprezzato subito la sua determinazione”.
Ha accettato di partecipare al gioco (“Certo, lei mi ha chiesto il sostegno e io ho accettato perché la amo. Poi c’è da dire che il gesto di Eva non è solo affettivo, ma per come la vedo io ha pure una valenza politica e femminista: una donna coraggiosa che riparte da zero, scrollandosi di dosso etichette e stereotipi”) per aiutarla a cambiare il suo personaggio: “Eva ha pagato gli anni Ottanta e la sua incredibile bellezza. Ha lavorato con registi importanti eppure spesso non viene ricordata nel novero delle attrici, come se non ne fosse degna. E’ stata usata e poi gettata”.