Monica Bellucci sexy a 52 anni: “Lʼetà non è più un ostacolo”

Non si ferma mai Monica Bellucci. E’ madrina del 70esimo Festival di Cannes, la vedremo presto in Twin Peaks, nelle sale con il 60esimo film e in libreria con un libro. A 52 anni l’attrice mostra tutta la sua carica sexy su Vanity Fair che le dedica la copertina. La storia con Vincent Cassel è archiviata, fa intendere di essere di nuovo felice e sul tempo che passa confessa: “L’età ormai non è un ostacolo: ci vediamo belle anche a 40, 50, 60 e 70 anni”.

C_2_fotogallery_3011249_3_image

“Sono protagonista dell’inizio di una vita nuova – spiega – ‘Sono la ragazza che sono stata e che non sono più’. Vado incontro al tempo che passa, non mi ci scontro. A vent’anni, se mi immaginavo nel futuro, pensavo già alla morte. Oggi, sento che ogni età è semplicemente un altro modo di continuare a vivere con me stessa. Credo che non sia una sensazione solo mia, ma una conquista delle donne della mia generazione. Abbiamo molto più rispetto di noi stesse, ci vediamo belle e realizzate anche a 40, 50, 60 e 70 anni”.
Sulla nuova storia d’amore non vuole pronunciarsi: “Non ne parlo e non credo che lo dirò in futuro. Oggi più che mai, con due figlie che crescono, sento il bisogno di proteggerle”. E su Vincent e la presunta storia parallela con una 19enne durante il loro matrimonio è categorica: “Il passato è passato. Per me è una vicenda chiusa, voglio vivere il presente ed essere felice”.

Tyra Banks rifiutata da Victoria’s Secret: “Vogliamo modelle giovani”. E lei si vendica

tyra-banks-gl10E’ stato un “no” che l’ha offesa. E ancora dopo vari mesi, Tyra Banks non riesce a superare la delusione. La quarantenne supermodel aveva chiesto di fare una comparsa a sorpresa a metà della sfilata autunnale di Victoria’s Secret. Ma la società le ha risposto che il pubblico preferisce vedere le nuove modelle e non “le veterane”. Lo show dunque è andato avanti senza la partecipazione di Tyra, ed è stato poi strasmesso in tv, dal network Cbs, con l’usuale successo.  Tyra è rimasta bruciatissima da quel diniego. E lo ha fatto capire proprio ora che sta lavorando al 21esimo ciclo del suo fortunato show televisivo, America’s Next Top Model. Il programma, che va in onda dal 2003, ha trasformato la supermodel in una ricca imprenditrice. Poco noto al suo affezionatissimo pubblico è il particolare che Tyra, vedendo il suo impero mediatico crescere è andata a studiare ad Harvard, e per tre anni di fila ha frequentato corsi di amministrazione e business. Personalità televisiva, ha avuto anche un talk show per dieci anni, per il quale ha vinto due Emmys (gli Oscar tv). Ha scritto libri e fatto documentari. E nel frattempo ha anche seguito i lavori della sua fondazione, la Tzone, dedicata ad aiutare le giovani a superare ogni tipo di problema fisico e psicologico. In un’intervista alla rivista People, Tyra ha spiegato di voler aiutare le più giovani proprio perché ha provato su se stessa le stesse sofferenze che le teen-ager patiscono oggi: “Sono stata troppo magra e sono stata quel che gli altri giudicavano troppo grassa – ha spiegato –. Da ragazzina ero terribilmente insicura, ero così alta e ossuta che tutti pensavano fossi malata”.    Con i suoi programmi televisivi e la sua fondazione Tyra a 40 anni è un idolo delle giovani. Per questo desiderava essere inclusa, per una apparizione “cameo”, nella sfilata delle “Victoria’s Secret Angels”, cioè le modelle bellissime che indossano la biancheria intima firmata dalla famosa casa americana. Va ricordato che fra il 1999 e il 2005 Tyra era una delle più popolari Angels. Nel 1999 la prima trasmissione via internet della sfilata fu presa d’assalto e il sito si congelò, in parte proprio perché vi partecipava Tyra, che era famosa per essere stata la prima modella afro-americana sulla copertina dell’edizione costumi di Sports Illustrated.  In questi giorni Tyra Banks è a New York, per il gran ballo annuale della sua fondazione. Ai giornalisti che le chiedevano particolari sul “no” di Victoria’s Secret però ha preferito rispondere con un “no comment”. I suoi amici invece hanno precisato che Tyra “pur essendo ancora furibonda e offesa, non vuole trasformare l’incidente in uno scandalo perché tutti coloro con cui ha lavorato nel passato ci farebbero una brutta figura”.