Aida Yespica, fuga segreta a Roma per nascondere il suo nuovo amore

Fuga segreta d’amore a Roma per Aida Yespica. La showgirl, dopo la fine sofferta della storia a giugno con l’imprenditore Enrico Romeo, sembra essere di nuovo innamorata. Una relazione segretissima iniziata 13 giorni fa che voleva rimanere lontana dai riflettori ma che è stata immortalata dall’obiettivo del re dei paparazzi Rino Barillari.

2595630_1 (1)

Sono le undici e un quarto di sera. Un’auto scura guidata da un’autista si ferma nella centralissima via dell’Orso. Dalla macchina escono un uomo e una donna: si baciano nella penombra della notte romana.
Sono Aida Yespica e il suo nuovo amore: un imprenditore napoletano nel campo degli occhiali. Lei cerca di nascondersi: «Non voglio essere ripresa, mi rovini», dice. Lui cerca di coprirsi. Ma i due vengono sorpresi mentre si scambiano tenerezze.
L’amore sembra essere tornato nella vita della showgirl venezuelana che negli ultimi anni non è stata proprio fortunatissima in amore. A giugno la fine con Romeo con cui era pronta a convolare a nozze: «Sorridevo fuori ma piangevo dentro», ha confessato. Prima la fine del matrimonio con Leonardo Gonzales e con una relazione tormentata con l’inglese Roger Jenkins. In precedenza, era stata legata al calciatore Matteo Ferrari, padre di suo figlio Aron. «Ora sono serena», avrebbe confessato.

Furbetti del cartellino a Piacenza, ‘sesso con una squillo minorenne nell’auto del Comune’

Le immagini delle telecamere nascoste incastrano i ‘furbetti del cartellino’ del Comune di Piacenza, 50 dipendenti indagati su 631 addetti del Municipio, nell’inchiesta condotta dalla Polizia Municipale e dalla Guardia di Finanza che ha svelato non solo episodi di timbrature multiple e continuative fatte da dipendenti compiacenti per permettere ai colleghi di svignarsela ma addirittura il caso di un lavoratore che avrebbe consumato rapporti sessuali con una prostituta minorenne durante l’orario di lavoro e con l’auto di servizio.

auto_makine1486491695

Sono circa 550 le pagine dell’ordinanza legata all’indagine della Guardia di Finanza e della Polizia municipale. I ‘furbetti del cartellinò andavano in palestra e a fare la spesa. Qualcuno non si presentava neppure in ufficio o invitava un’amica a pranzo facendosi pagare gli straordinari. C’era anche chi effettuava consegne con un camioncino comunale. Dei 50 indagati, 39 hanno l’obbligo di firma, 10 sono a piede libero, mentre, per il dipendente che ha usato l’auto di servizio per consumare rapporti sessuali, sono scattati gli arresti domiciliari con l’accusa di prostituzione minorile e di violenza sessuale.
A disincentivare i 50 dipendenti non è riuscito neanche il decreto Madia che, in altre città d’Italia (tra cui Bologna per il caso all’Istituto regionale dei beni culturali) ha portato al licenziamento dei trasgressori. Ora, oltre al processo penale, i 50 rischiano seriamente il posto di lavoro, una situazione che rischia di esporre a rischio paralisi l’attività dell’ente, come paventato ieri dal sindaco uscente Paolo Dosi. I reati ipotizzati vanno dal falso alla truffa, al peculato.
L’indagine è partita alla fine dell’anno scorso da segnalazioni di cittadini. Sempre a Piacenza, intanto, salgono a quatto gli arresti operati dalla Guardia di finanza in seguito a un’altra indagine, sempre coordinata dalla Procura della Repubblica, volta a far luce su alcuni appalti del Comune di Piacenza. A finire ai domiciliari tre dipendenti comunali addetti al settore Manutenzione e il titolare di un’azienda legata a un appalto.

“Irina troppo bella, levatecela dai co***”: l’appello di Selvaggia Lucarelli

“Siamo drammaticamente a una settimana dalla prova costume. Amici di Intimissimi: levatecela dai c…, grazie”. Con un post Selvaggia Lucarelli si fa portatrice delle istanze di migliaia di donne che in vista dell’estate temono il bikini e si trovano, ogni mattina mentre vanno al lavoro in auto, di fronte alla gigantografia di Irina Shayk.

Noticia-103427-irina_shayk-bikini-hercules-megara-foto-1

La modella, ex fidanzata di Ronaldo, esibisce un fisico da urlo nonostante abbia appena avuto una bimba con Bradley Cooper. “Si è messa il nero, la paracula, quindi sembra magra, ma in realtà pesa 89 chili” aggiunge ironica Selvaggia strizzando l’occhio complice a chi lotta con la bilancia da una vita. E se dalla famosa casa produttrice di intimo non rispondono, “perché dovrebbero?”, su Facebook si moltiplicano i commenti tra l’ilare, lo speranzoso e il disperato. “Ho capito il mio errore! Domani compro un costume nero!!”, scrive Maria. “E’ uno schianto. A Roma è ovunque, su tutti i cartelloni pubblicitari”, “il mio fidanzato dice che prima o poi va a sbattere per colpa di questa” e “come dargli torto?”. E mentre Selvaggia si propone di sostituirla “per una viabilità serena agli incroci”, c’è chi azzarda l’idea di una petizione e chi insinua il dubbio che, dietro tanta bellezza, ci sia lo zampino di Photoshop. “Lei è bella ma la foto è ritoccata. E si vede” commentano, ma la replica è lascia tutti di stucco: “Sì, credeteci: bastasse quello..”

Paola Turci parla dell’incidente che le ha cambiato la vita 22 anni fa: “L’auto addosso”

Un incidente stradale ha cambiato la vita di Paola Turci. Era il 1993 e la sua auto sbandò sulla Salerno-Reggio Calabria. Dopo quello schianto subì 13 interventi sul volto, di cui 12 sull’occhio, e 100 punti.

paola-turci

La cantante è tornata a parlare dell’incidente dopo 22 anni a ‘Matrix’. Pronta per una nuova tournée – parte a giugno il tour estivo durante il quale l’artista presenterà l’ultimo disco ‘Io sono’ facendo tappa in alcune delle location più suggestive d’Italia, da Villa Ada a Roma al Parco del Cavaticcio a Bologna – Paola Turci ha raccontato di aver capito in questi anni che “una cicatrice, più ne parli e più sparisce”. “Andavo a 80 all’ora, poi il crash e la macchina si è accartocciata e mi è venuto tutto addosso” ha ricordato. Nel 1993, ha aggiunto, “stavo studiando teatro, avevo fatto anche provini con Ettore Scola”, poi l’incidente ed “è stato un sogno che si è interrotto”. Ora, ha proseguito, “lavoro su me stessa e mostro i miei difetti in un libro per liberarmi di questa paura che avevo di mostrare la parte più fragile di me”. In questi anni, ha concluso, “tutti gli occhi degli altri erano perfetti e per me era straordinaria questa normalità”. Come quella che oggi, finalmente, ha trovato anche lei.

Tomaso Trussardi multato a Milano: “Assurdo, ero in giacca e sono famoso…”

Tomaso Trussardi fermato a Milano a bordo di un’auto d’epoca e con il navigatore appoggiato sul sedile passeggero è stato multato e si è visto decurtare cinque punti della patente.

michelle-hunziker-e-tomaso-trussardi-foto

Il Ceo dell’omonima maison di moda sarebbe incappato in uno dei controlli intensificati nella zona della Scala per l’allerta terrorismo e si è sfogato su Facebook definendo «eccessivo» quanto successo e lamentandosi del fatto che fosse stato fermato anche se era vestito «in giacca e cravatta» e nonostante fosse una persona «non del tutto sconosciuta».

Caterina Balivo, corsa folle in centro a Milano per evitare la multa

20140521_70283_99_415247_000005hNon si risparmia di certo la bella Caterina Balivo per evitare la multa.  La conduttrice è stata fotografata mentre fa shopping a Milano e parcheggia la sua auto in diverto di sosta. entra in un negozio e pochi minuti dopo esce, forse per paura della multa, correndo a perdifiato…