Fabrizio Frizzi, quella volta che donò il midollo osseo a Valeria Favorito…. salvandole la vita

Una persona buona e generosa. Questo era Fabrizio Frizzi. E la storia di Valeria Favorito, la ragazzina di 11 a cui, nel 2000, il conduttore donò il midollo osseo salvandole la vita, è una di quelle storie che vale la pena raccontare, ancora una volta, per rendere omaggio ad un uomo dal cuore d’oro. “Ero andata a Roma qualche giorno fa per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone”, ha rivelato all’Ansa.

C_2_articolo_3130545_upiImagepp

Valeria Favorito aveva 11 anni nel 2000 e aveva urgentemente bisogno di un trapianto di midollo osseo. Era malata di una grave forma di leucemia e la sua vita stava per spegnersi perché non c’era nessun donatore compatibile nella sua famiglia. Nel 1994 Frizzi aveva fatto un prelievo del sangue e si era iscritto nel registro dei donatori di midollo osseo. E adesso era giunto il momento, visto che il suo midollo era compatibile con quello della ragazzina veronese. Frizzi esitò inizialmente, visti i suoi tanti impegni di lavoro, ma poi accettò. A quel tempo Fabrizio stava girando una fiction infatti ed era anche alla conduzione di “Per tutta la vita”, con Romina Power. Quando il conduttore si assentò per il delicato intervento la Power disse: “Fabrizio oggi non c’è perché domenica scorsa ha fatto una cosa molto bella, una cosa importante per qualcuno”.

Per legge il donatore deve restare anonimo e per un po’ così fu, ma dopo anni Valeria è riuscita a trovare il suo “salvatore”. I due si sono prima scritti poi conosciuti, dopo che lei lo ha raggiato a Verona dove stava giocando una “Partita del Cuore”. Fabrizio e Valeria sono così diventati amici, anzi di più… Lui la chiamava “la mia sorellina di sangue”, lei il “mio fratellone”. Qualcosa di molto forte li lega e li legherà per sempre. Anche adesso che ad andarsene per primo è stato lui.

Valeria ha raccontato all’Ansa: “Ero andata a Roma qualche giorno fa per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone. Mi disse: se le mie forze me lo consentiranno, oggi sto bene, domani non so”. “Ho perso un fratello – continua tra le lacrime – una persona a cui tenevo tantissimo”. La ragazza racconta di aver saputo che era stato Frizzi il suo donatore sentendoglielo riferire in televisione. “Dopo l’intervento – aggiunge – ci siamo visti un sacco di volte”.

Uomini e Donne va in vacanza, Tina Cipollari choc: “Il programma? Non mi mancherà per niente…”. Ecco perché

ROMA – Si è appena conclusa una stagione d’oro per Uomini e Donne. E in un’intervista a Sorrisi e Canzoni, Tina Cipollari, opinionista del programma, ne ha raccontate delle belle.
La vamp di Canale 5 – al momento impegnata con Selfie – alla domanda se le mancherà “Uomini e Donne”, durante la pausa estiva, risponde così: “Per niente, guardi! Dopo otto mesi di intrighi, storie nate e storie finite, a metà aprile già inizio a accusare il colpo! Abbiamo tutti bisogno di una pausa”.

tina-cipollari-nuda (3)

E il “bersaglio preferito” di Tina resta Gemma. “Non ci riuscirò mai (a farla congedare dal programma, ndr). I pupazzi, le imitazioni, non so più cosa inventarmi. Io quando torno a casa sono felice, ho i miei tre figli, lei cosa fa? Va a strappare i biglietti al teatro. Pensa di essere diventata famosa, ma è la donna più presa in giro in Italia”. E infine la vamp lancia una frecciatina anche nei confronti di Iva Zanicchi, sua “collega” a Selfie: “È una donna dai modi di fare inutilmente plateali. Pecca spesso di superficialità”. Insomma, i programmi vanno in vacanza ma Tina è già carica per il prossimo anno.

“Wild-Oltrenatura”, Fiammetta Cicogna: “Vi racconto storie emozionanti ed esclusive”

Torna Wild-Oltrenatura, il programma di Italia 1 dedicato al mondo animale e all’avventura riparte con l’ottava edizione domenica 25 gennaio in prima serata. A condurre il programma è ancora una volta Fiammetta Cicogna affiancata dall’ex campione di basket Carlton Myers. “In questa edizione ci sono tantissime esclusive e documentari nostri che mi hanno emozionato”, racconta la conduttrice a Tgcom24.

MILANO  FIAMMETTA CICOGNA E CARLTON MYERS

L’ottava stagione vedrà la Cicogna inviata in Sud Africa per raccontare con immagini spettacolari il rapporto di convivenza tutto particolare tra animali feroci e le persone che hanno scelto di vivere a stretto contatto con loro. Myers incontrerà invece alcuni fuoriclasse dello sport che racconteranno il legame tra il loro mondo e quello animale, da cui a volte lo sport trae ispirazione. Special guest saranno l’ex iridato di nuoto Filippo Magnini, il pilota di motociclismo Andrea Dovizioso, la ginnasta Vanessa Ferrari, il pugile Clemente Russo e l’intera squadra di basket della Virtus Roma.

Fiammetta quali saranno le novità?
C’è tantissima nuova produzione interna, sono andata in Sud Africa e ho girato tanti documentari nostri. Mentre l’anno scorso la trasmissione era più dedicata allo sport, quest’anno ci siamo concentati sulle persone che hanno lasciato la vita urbana per andare a vivere ‘into the wilde’ e dedicarsi alla salvaguardia degli animali.

Ci sono delle storie che ti hanno colpito in modo particolare?
Ogni storia è stata un colpo al cuore, ogni giorno è stata una emozione, difficile sceglierne una…

Tanti special guest, tutti sportivi…
Li ha gestiti Myers, a lui ho affidato i maschiacci (ride, ndr). Ogni puntata ci regalerà una esperienza estrema differente ospitando questi bravissimi sportivi, e sarà una grande sorpresa.

Lo sai che sei amatissima dai bambini?
Ne sono felicissima, perché così mi amano anche le mamme. Molte, anche le più snob, spesso si avvicinano, mi chiedono una foto e mi dicono:  ‘Io non lo farei mai, ma mio figlio se sa che ti ho visto e non ti ho fotografato mi uccide…’. E’ divertente.

Sei arrivata all’ottava edizione, ti aspettavi questo successo?
Se devo essere sincera sì, ci ho creduto dall’inizio e ci ho messo tanta fatica. C’è tutto quello che mi piace: lo sport, la natura, gli animali, le cose belle e sane, che riempiono la vita di sorrisi e di emozioni. In tv c’è di tutto e mancava la cosa più vicina a noi, quella da cui veniamo. Il nostro segreto è quello di affrontare argomenti interessanti con una varietà che diventa divertente.