Meghan Markle e la sua strana famiglia, è sempre più odiata dai fratelli

A soli 10 giorni dalle nozze tra Meghan Markle e il Principe Harry continuano a diffondersi rumors sulla famiglia d’origine dell’ex attrice con cui pare i rapporti non siano propriamente idilliaci. La bella 36enne, infatti, è già stata bersagliata dal fratellastro Thomas (51 anni) che in una lettera aperta pubblicata dal tabloid ‘In touch’ ha vivamente sconsigliato al secondogenito di Carlo e Diana di procedere con il sì.

meghan-markle-famiglia@twitter

Anche la sorellastra Samantha Yvonne Grant, malata di sclerosi multipla, ha ugualmente gettato fango addosso alla sorellastra etichettata come una arrampicatrice sociale senza scrupoli che avrebbe sempre mirato a Buckingham Palace salvo poi ritrattare, chiedere scusa e convincerla ad invitarla alle nozze.

Il motivo? Secondo l’uomo che in passato ha avuto problemi di alcolismo, Meghan Markle sarebbe “una donna stanca, superficiale e presuntuosa” e ancora una opportunista che non avrebbe sostenuto economicamente il padre quando era in gravi difficoltà.
Inoltre il fratellastro, che con la sorella Samantha Grant non è stato invitato al royal wedding, ha chiosato:

“Non vuole i suoi parenti alle nozze e invece festeggerà con perfetti estranei. Chi mai si comporta così? Dovresti porre fine a questo finto matrimonio da favola prima che sia troppo tardi”.

Meghan Markle famiglia, le maldicenze sul suo conto e quel gesto inaspettato
Samantha Yvonne Grant, malata di sclerosi multipla, ha ugualmente gettato fango addosso alla sorellastra: secondo la donna sarebbe una arrampicatrice sociale senza scrupoli che avrebbe sempre mirato a Buckingham Palace salvo poi ritrattare, chiedere scusa e convincerla ad invitarla alle nozze.

Meghan Markle e i membri della famiglia non sono certamente uniti come Kate Middleton e i genitori, ma la sua infanzia difficile, il divorzio quando aveva solo 7 anni e la sua vita movimentata hanno concorso a renderla amatissima tra i sudditi.

La moderna Cenerentola ha già fatto breccia nei cuori di milioni di inglesi e speriamo che quando verrà accompagnata dal padre sotto braccio, almeno con lui ogni dissapore svanirà. I fratellastri, invece, dovranno impegnarsi di più per rientrare nelle grazie della futura Principessa d’Inghilterra.

Stormy Daniels: “Trump, ti ridò i soldi e racconto tutto”. La pornostar fa tremare la Casa Bianca

«Restituisco i soldi a Trump e dico tutto». Stormy Daniels non vede l’ora di parlare sulla presunta relazione avuta nel 2006 con l’attuale presidente degli Stati Uniti. La 38enne pornostar, all’anagrafe Stephanie Clifford, è passata all’azione con una lettera che -come riferisce la Nbc- è stata inviata a Michael Cohen, legale di Trump. Proprio l’avvocato nell’ottobre 2016, ad un mese dalle elezioni, avrebbe versato 130.000 dollari all’attrice in cambio del silenzio sulla vicenda.

2b98c2f926d3d878f17480c8d9a243d8

Adesso, però, Stormy vuole liberarsi dall’intesa e vuotare il sacco, magari diffondendo anche messaggi e foto. La risposta deve arrivare in tempi brevi: a quanto pare, la deadline è fissata per le 12 di domani. La lettera è stata mandata anche ad un legale rappresentante di Cohen e alla società che 17 mesi fa avrebbe effettuato il pagamento. L’attrice chiede al presidente di indicare un conto sul quale versare il denaro. In cambio, la signora Daniels/Clifford potrà «parlare apertamente e liberamente della sua precedente relazione con il presidente e dei tentativi di farla tacere» e sarà autorizzata «ad utilizzare e pubblicare messaggi, foto e video relativi al presidente che potrebbero essere in suo possesso».
«Tutto questo non ha mai avuto a che fare con il denaro – dice Michael Avenatti, legale della pornostar, a Nbc News – Si è sempre trattato di permettere alla signora Clifford di dire la verità. Il popolo americano dovrebbe avere la possibilità di giudicare da solo chi si sta comportando in maniera lineare e chi sta ingannando le persone. La nostra offerta punta a far sì che questo accada». Ma perché il denaro viene offerto a Trump e non a Cohen? «Perchè non pensiamo ci siano dubbi sulla provenienza originaria dei soldi».
La vicenda, che la Casa Bianca ha sempre bollato come bufala, si arricchisce ogni giorno di nuovi episodi e dettagli. L’attrice avrebbe dovuto essere la protagonista di un segmento di ’60 Minutes’, storico rotocalco della Cbs che va in onda la domenica sera. L’intervista, però, non è stata trasmessa. Secondo BuzzFeed, è stato decisivo l’intervento dei legali del presidente che «stanno preparando un’ingiunzione legale per evitare la messa in onda». La Cbs tace e Stormy Daniels, in una email al Washington Post, scrive: «Tutto quello che posso dire è che» l’intervista «non sarebbe mai andata in onda stasera. Suppongo che staremo a vedere cosa succede».

Il nuovo passo dei legali di Trump si aggiungerebbe a quello reso noto recentemente dalla Nbc. Il presidente, attraverso i propri avvocati, avrebbe ottenuto un ordine restrittivo in un arbitrato privato nei confronti della pornostar, che rischierebbe sanzioni se dovesse parlare pubblicamente di ciò che è avvenuto -o non avvenuto- nel 2006. Ora, la contromossa con l’offerta di rimborso integrale: «È una proposta più che equa, spero che accettino», dice Avenatti. La sua cliente, intanto, monetizza esibendosi come ha sempre fatto negli ultimi 18 anni. In un locale della Florida si è presentata nel weekend con assistente e security: «Sono uno dei registi di maggior successo nel business dei film per adulti. Ho un contratto da diversi anni. L’ho appena rinegoziato e ne ho ottenuto uno nuovo, con un aumento», ha detto alla Cnn.

Roberta Ragusa, Chi l’ha Visto? intervistò l’uomo suicida di cui parla la lettera anonima

Il mistero che avvolge la lettera anonima inviata a “Chi l’ha Visto?” e ai carabinieri si infittisce. La missiva arrivata i primi di gennaio invitava a indagare su un uomo morto suicida un paio di anni fa per fare luce sul caso di Roberta Ragusa, la donna scomparsa nel 2012 in Toscana.

3504906_2326_collage_2018_01_24_3_

A cinquanta giorni dal processo d’appello che vede imputato il marito Antonio Logli, qualcuno potrebbe tentare di depistare e di spostare l’attenzione su un episodio ininfluente. Indagando sui dettagli riportati nella lettera, la redazione di “Chi l’ha Visto?” ha scoperto però che l’uomo che si è tolto la vita lungo i binari di una linea ferroviaria ubicata nei pressi della casa di Roberta era stato intervistato nel 2014.
I fatti raccontati corrispondono al vero: l’uomo era il custode del cimitero finito sotto inchiesta per la presenza di un forno crematorio. Ai microfoni di Rai Tre l’uomo dimostrò che la struttura era fuori uso e che il corpo della donna non poteva essere stato bruciato. Gli inquirenti stessi avevano escluso l’ipotesi.
Gli amici e i colleghi parlano di un uomo riservato e discreto e dubitano che sia coinvolto. La lettera potrebbe essere opera di un mitomane, ma la coincidenza in ogni caso fa rabbrividire.

Striscione choc contro Malena, il reality “Il Vip e l’immigrato” cancellato dopo due puntate

Uno striscione firmato Forza Nuova con insulti rivolti alla pornostar Malena ha portato alla cancellazione del reality web ‘Il vip e l’immigrato’, il cui format prevede che dei personaggi pubblici vengano ripresi durante 7 giorni di convivenza con un migrante.

23316677_509093289451865_4718362569035945982_n

«Prima è arrivata una lettera, anonima e minatoria, al produttore del reality. E ora – afferma Filomena Mastromarino, in arte Malena, star di film per adulti – questo striscione che è solo volgare, sessista e discriminante, nei miei confronti, da parte di Forza Nuova»
Il secondo episodio del reality web ‘Il vip e l’immigrato’ era in programma questa settimana a Cassino. «Come donna e cittadina italiana sono offesa dal messaggio sciovinista, volgare e razzista dei militanti di Forza Nuova. Ma ancora di più – dice Malena – sono delusa per come è stato strumentalizzato, nell’attuale clima politico, un progetto che esprime solidarietà ed empatia tra esseri umani, seppur attraverso il linguaggio semplice del reality».

Tina Cipollari contro Gemma Galgani: “Ha preso in giro tutti. Per Natale le regalo un giovane gigolò”

“La cara Gemma peggiora giorno dopo giorno e non smette di stupirmi, Ma come le è saltato in mente di andare a riproporsi al “gabbiano” (Giorgio Manetti)? Sono rimasta sconvolta”.
Tina Cipollari dice la sua sul ritorno sentimentale fra Gemma Galgani e Giorgio Manetti, protagonisti del trono over di “Uomini e donne”: “Dopo la famosa lettera di qualche anno fa – ha raccontato a “Vero” – i tanti rifiuti ricevuti, i suoi tentativi di riavvicinamento puntualmente fallimentari che fa lei? Il solito piagnisteo e le dichiara nuovamente il suo amore. E’ davvero incredibile”.

3444294_1548_tina_cipollari_contro_gemma_galgani

Il suo sentimento non è nuovo: “Ha perso ancora una volta credibilità, io non mi ero sbagliata quando la accusavo di prendere in giro tutti gli altri protagonisti del Trono Over che ha frequentato. Non può aver scoperto da un momento all’altro di provare ancora un sentimento per Giorgio, è evidente che covava da tempo qualcosa dentro sé e non aveva il coraggio di rivelarlo. Chissà, magari per orgoglio … Ma non ha poi nascosto così bene le sue reali mire, io me ne ero accorta da tempo e non ho mai smesso di farlo presente durante le puntate. Ha preso in giro tutti gli uomini· che ha frequentato in questa stagione, come anche in quella passata. C’è poco da fare, è così. Ecco perché oggi mi chiedo, nel caso ci fossero ancora dei dubbi: come farà adesso?”.
Per Natale le farebbe un regalo particolare: “Sotto l’albero le farei trovare un bel gigolò, magari giovane, così che finalmente possa calmare i suoi bollenti spiriti! O, in alternativa, dei calmanti sempre allo stesso scopo”.

Corona, lettera al veleno per Nina Moric: “Mi sento un fallito per averti sposato”

LGG_20120928_24395_01_00232742000017m«Mi sento un fallito ad averti sposato». Dura lettera dal carcere di Fabrizio Corona all’ex moglie Nina Moric, pubblicata da Chi. Il fotografo, che sta scontando la propria condanna per estorsione nel carcere di Opera, attacca duramente l’ex moglie e madre di suo figlio Carlos: «Gli arresti domiciliari nella nostra casa sono stati una tragedia: litigate continue, la tua fuga per gelosia, il tuo tentativo di distruggere le cose belle che facevo. Ti sei rivelata esattamente per quello che sei, una persona egoista. Guardandoti da fuori, da un luogo di vera sofferenza, mi sono reso conto che non meriti più niente e non ti giustifico più. Sapere che sei stata mia moglie oggi mi fa sentire un fallito».  Corona, nella lettera a Nina parla anche di Carlos: «Ha pagato le vere conseguenze del nostro rapporto conflittuale. Capire come faccia ad essere così perfetto, così speciale con due genitori come noi, resta un mistero. Sono convinto che qualcuno l’ha mandato per salvarci, entrambi, io e te. Il resto è storia, Nina. Tu non cambierai mai e io ho deciso di dire basta!».  Chi ha pubblicato anche la risposta di Nina Moric a Corona: «Tutto è finito in quel maledetto 2007. Non avevo il coraggio di lasciarti, anche se non c’era più niente. La mattina del tuo arresto hai messo il cappello e, prima di uscire, mi hai detto:’Non mi abbandonare’. Ma eri già abbandonato. Sono una persona con poca pazienza, ma non ti porto rancore e non impedirò mai che tu possa vedere Carlos».