Gisele Bündchen e gli attacchi di panico: «Pensavo di saltare dal tetto. Il dolore sarebbe scomparso»

Gisele-Bundchen_02152031 (1)“Avevo una posizione meravigliosa nella mia carriera, avevo una famiglia unita, e avevo sempre considerato me stessa come una persona positiva, quindi mi stavo davvero buttando giù”, la top model Gisele Bündchen, da poco trentottenne, nel libro “Lessons”, nelle libreria dal 2 ottobre, racconta di aver sofferto di attacchi di panico.
Il periodo era dei più splendenti, sia per la carriera, che in amore dato che era fidanzata con Leonardo Di Caprio: “Era tipo: ‘Perché dovrei sentirmi così?”. Mi sentivo come se non mi fosse permesso di stare male, però mi sentivo impotente. Il tuo mondo diventa sempre più piccolo e non riesci a respirare, la sensazione peggiore che abbia mai provato (…) Ho iniziato a pensare “se adesso saltassi dal tetto tutto finirebbe e non dovrei più preoccuparmi di questo dolore”…”.
Ne è uscita da sola, senza l’aiuto dei farmaci ed ora è felicemente sposata e la sua famiglia conta due figli. Nel 2009 infatti ha celebrato il suo matrimonio col quarterback Tom Brady, da cui sono nati Benjamin e Vivian.

Gisele Bündchen e gli attacchi di panico: «Pensavo di saltare dal tetto. Il dolore sarebbe scomparso»ultima modifica: 2018-10-03T00:56:28+02:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment