Cristiana Capotondi fuori di seno sul red carpet del Festival di Venezia

Incidente sexy per Cristiana Capotondi sul red carpet del Festival di Venezia.

IN_Cristiana_Capotondi

L’attrice ha sfilato prima della proiezione del film “Three billboards outside Ebbing, Missouri” ma dal vestito è spuntato un fuori di seno davanti al pubblico.

Christina Hendricks e il vestito trasformista

Doveva essere il Black & Red Ball, l’evento sul serial Mad Man, ma Christina Hendricks di nero e rosso non ne ha voluto sapere.

Christina-Hendricks-Black-Red-Ball-abito-Zac-Posen

L’attrice statunitense, che nella serie interpreta il ruolo di Joan Holloway non ha esitato a sfoggiare, per l’occasione, una particolare creazione di Zac Posen che l’ha resa protagonista di questo red carpet. Si tratta di un maestoso abito verde bosco, fatto apposta per lei, che valorizzava l’incarnato del suo volto e la rossa chioma.
Davanti ai fotografi, il colpo di scena: Christina Hendricks ha sfilato la ricca gonna decorata con micro farfalle a contrasto, trasformando il vestito in un elegante modello a sirena.
Per una volta, a fare scalpore nel suo outfit non è stata scollatura, ma per la parte bassa dell’abito.

Paola Perego, lato B in primo piano a Miami

C_4_foto_1241054_imageVacanza a Miami per la coppia Lucio Presta-Paola Perego. Tra bagni in mare, cene romantiche, tramonti, tintarella e passeggiate lungo la spiaggia, marito e moglie si sono coccolati lontani dall’Italia. La conduttrice, 48 anni e un fisico invidiabile, ha “sfilato” in costume mostrando curve perfette al posto giusto e ventre ultra piatto.

C_4_articolo_2079027__ImageGallery__imageGalleryItem_25_image

Anche in vacanza cucina sana e tanto sport…Solo a settembre la Perego aveva dichiarato di essersi ridotta il seno e di aver perso 15 chili: “Ho scoperto di avere un problema alla ghiandola ipotiroidea. L’ho curato subito. E ho combattuto un’altra battaglia, quella contro la pigrizia. Ogni giorno punto la sveglia alle 7.30 e un’ora dopo sono in palestra. Corsa, camminata sul tapis roulant, pesi”.
E ora a Miami sfoggia una silhouette da ragazzina. Le immagini del Settimanale Nuovo e gli scatti del marito postati su Instagram non lasciano dubbi: con un bikini che copre appena le natiche “scopriamo” un lato B ben tornito, gambe lunghe e affusolate e un décolleté di tutto rispetto. Prova costume invernale superata a pieni voti.

La Miss sfila con la pompa per l’insulina e lancia la campagna Twitter anti-diabete

1405707026000-Bsq8UDNCQAERPZ4

Che sia bellissima è evidente. Ma Sierra Sandison è molto più di una miss qualunque: è un modello per tutti e un punto di riferimento per chi soffre di diabete.Senza vergogna e con la pompa di insulina in vista, ha sfilato per diventare Miss Idaho. E ci è riuscita. Sierra, 20 anni, di Twin Falls è la reginetta di bellezza più popolare, in questo momento, negli Stati Uniti. Convinta che la sua malattia non debba risultare un handicap, ha sfidato le ragazze in gara. Solo che, a differenza delle altre aspiranti, lei aveva in mostra il macchinario che le consente di sopravvivere.  Pochi attimi dopo la sua incoronazione ha postato la foto della sfilata su Facebook e ha lanciato un hashtag su Twitter che sta riscuotendo un notevole successo: #showmeyourpump, ovvero, “mostrami il tuo macchinario” è diventato una tendenza e ha unito tutti coloro che sono affetti da diabete di tipo uno. In poco tempo, infatti, una pioggia di foto ha iniziato a essere condivisa: in molti hanno mostrato i loro microinfusori e hanno apprezzato l’iniziativa. «Sono così orgogliosa di te – ha commentato un’utente su Facebook – bisogna essere molto audaci per condividere la pompa diabetica sul palco e sui social network. Ps: sei una bomba».  Oggi Sierra, che studia Business al College Southern Idaho, ha imparato a convivere con la malattia. Nel 2012, quando le fu diagnosticata, però, «il mondo mi è crollato addosso» ha raccontato la ragazza. «Facevo finta che il mio problema non esistesse, sperando che sarebbe scomparso».  Poi sono arrivati i primi concorsi di bellezza, ha vinto il titolo di Miss Magic Valley e la lotta al diabete è diventata la sua causa. «In un primo momento mi iniettavo l’insulina di cui avevo bisogno prima di sfilare» ha detto Sierra. Poi la svolta quando ha scoperto che Nicole Johnson, Miss America nel 1999, era diabetica e portava, seppur nascosta, una pompa per insulina.  Sierra è andata oltre, facendo vedere che si poteva diventare Miss Idaho anche mostrando la sua malattia. «Lo star system spesso mente: se il tuo aspetto si discosta dalle ragazze da copertina e dalle stelle del cinema vuol dire che hai un difetto o c’è qualcosa di sbagliato in te. Ho dimostrato che è una bugia» ha scritto Sierra sul suo blog.