Floriana Secondi “perdona” la mamma: “Non la odio, mi ha sempre rifiutata ma la capisco”

“Come posso avercela con una persona che ha sofferto, che non è mai stata amata da nessuno? Ora che ho un figlio capisco la fatica di essere madre.
Ho imparato che nella vita non si giudica mai nessuno”.

12814746_1256672731015809_7484762616386314892_n

Floriana Secondi, vincitrice della terza edizione del Grande Fratello, ospite a Domenica Live ha parlato del rapporto con la mamma ed ora, attraverso “Nuovo” vuole chiarire la sua posizione: “Non l’ho mai odiata – ha spiegato alla rivista – Nonostante lei mi abbia sempre rifiutata e lo faccia tuttora, io le ho offerto il mio appoggio. Lei era una vittima della droga, è stata condizionata da persone sbagliate ed era troppo giovane per crescere un figlio”.
In questo momento non ha un compagno (“Siamo troppo diversi, non potevamo piu’ stare insieme. Lui non ha accettato che la nostra storia sia finita. Ma io guardo avanti. Era il padre di mio figlio, è stato un fallimento per me ed è un grande dolore che ancora mi porto addosso”), e anche lei deve crescere un figlio: “Voglio che mio figlio cresca educato e rispettoso. Ma io ho un bel caratterino… Ogni tanto mi scuso con lui per essere troppo esuberante e gli dico: “Magari avresti voluto un’altra mamma”. Lui però mi abbraccia ed io mi sciolgo”.

Amber, 21 anni, vuole fare il pap-test, ma viene rifiutata perché troppo giovane. Poi il dramma

Amber Cliff, 21 anni, soffre di sanguinamenti intimi. Per questa ragione richiede il pap-test, ma le viene rifiutato perché troppo giovane. Poi il dramma. Accade a Sunderland, nel Regno Unito. Come riporta il sito Metro.co.uk, la ragazza avrebbe fatto tante richieste per fare l’accertamento, ma lo screening viene offerto solo alle donne di età superiore ai 25 anni.

ambraCliff_cancro_14120429

Dopo tre anni, la famiglia si rivolge a un privato e dall’esame emerge che la ragazza aveva un cancro al collo dell’utero da diversi anni. Nonostante le cure, Amber muore quattro anni dopo, all’età di 25 anni. Prima di morire, Amber si è laureata all’Università di Sunderland ed ha affrontato due cicli di chemioterapia e di radioterapia al Freeman Hospital, a Newcastle. Il fratello Josh ha dato vita a una campagna affinché l’età del test obbligatorio venga abbassata. Un portavoce per la salute pubblica in Inghilterra nel Nord Est, ha dichiarato: “Purtroppo, non siamo in grado di commentare su ogni singolo caso, ma si dovrebbe sempre consigliare ai pazienti di parlare con il loro medico di famiglia se si verifica uno dei sintomi preoccupanti”.