Cecilia Rodriguez rifiuta Domenica Live, no anche di Jeremias. Ira di Barbara D’Urso: «Qui viene gente con il curriculum»

«Domenica Live è una trasmissione democratica. Chi vuole venire viene, chi non vuole non viene».
Barbara D’Urso commenta così l’assenza di Cecilia Rodriguez che, come suo fratello Jeremias, ha rifiutato l’invito a Domenica Live.

BARBARA-DURSO-E-CECILIA-RODRIGUEZ (1)

E Barbara D’Urso, sollecitata dalle domande degli ospiti in studio, non le risparmia una punzecchiatura.
«Qui vengono artisti che hanno una professione e un signor curriculum. Oggi parliamo di Cecilia Rodriguez, domani dell’Isola dei Famosi. Facciamo il nostro share anche senza i Rodriguez».
L’assenza della Rodriguez viene notata anche da Vladimir Luxuria che commenta con una battuta: «Cecilia sarà rimasta chiusa nell’armadio».

Chiara Ferragni eletta influencer n.1 al mondo

Chiara Ferragni è stata eletta da Forbes influencer numero uno al mondo nel settore della Moda. Un traguardo spettacolare per la blogger di Cremona che nel 2009, dal nulla (prima che esistesse Instagram) e con molta passione si è inventata una professione creando The Blonde Salad.

C_2_box_43452_upiFoto1F-768x432

Blogger, influencer, imprenditrice, testimonial, ambassador, designer… i ruoli che interpreta non si contano. 10,4 milioni di follower su Instagram non sono che la prova più tangibile del successo inarrestabile della biondissima imprenditrice che può oggi vantare un patrimonio stimato di più di 9 milioni di dollari e il cui percorso è stato analizzato come “case history” addirittura ad Harvard.
Alla veicolazione dei marchi di moda più prestigiosi (Dior, Saint Laurent, Gucci, Versace, Prada…), Chiara Ferragni ha saputo affiancare l’autopromozione personale e la creazione di un marchio Chiara Ferragni Collection che ha visto una crescita esponenziale. L’apertura del flagship store a Milano, durante la recente settimana della moda (con 4mila fan in coda per vederla) non è che un gradino di questa scalata. Un secondo store a Shangai e 200 prossime aperture in Cina testimoniano l’interesse verso il mercato orientale