Naomi Campbell graffia ancora, guarda che yoga time da pantera

C_2_fotogallery_3012924_upiFoto1V (1)Body nero, capelli raccolti e piedi nudi. Naomi Campbell si dedica allo yoga tra le mura domestiche e lascia i suoi follower a bocca aperta. A 47 anni appena compiuti la pantera delle passerelle esibisce un fisico scultoreo: snodata e precisa nell’esecuzione dei suoi esercizi fa incetta di complimenti. Sfoglia la gallery…

Ashley Graham choc: “A 17 anni sono stata molestata…”

La rivelazione choc. E’ tra le modelle curvy più gettonate delle passerelle internazionali e grazie alle sue forme generose è riuscita, in una manciata di stagioni, a imporsi nell’industria del fashion come icona plus size. Prima modella curvy a finire su ‘Sporst Illustrated’, Ashley Graham, 29 anni, ha rivelato sulle pagine patinate di ‘Glamour Usa’ di aver subito delle molestie sessuali quando aveva 17 anni. Un episodio mai confessato prima.

Ashley-Graham-28 (1)

“C’è stato un incidente sul set di una campagna pubblicitaria, avevo 17 anni – spiega la modella – Un assistente del fotografo mi ha portata in un ripostiglio; pensavo che dovesse mostrarmi qualcosa. Lui invece mi ha spinta dentro e ha tirato fuori il pene. Mi ha chiesto di toccarlo, ero disgustata, sono andata su tutte le furie. Ma grazie a Dio ero vicina alla porta e sono riuscita a scappare”. Allora Ashley decise di tenere la bocca chiusa e di non raccontare a nessuno quanto accaduto. “Ho continuato a lavorare con lui, altre volte – dice – Conoscevo la sua fidanzata e ho preferito non raccontare nulla perché pensavo che fosse cambiato”.
Nell’intervista rilasciata al mensile americano, la modella ricorda un’esperienza simile, avvenuta quando aveva solo 10 anni: un ragazzo di 18 anni, ospite a casa dei suoi genitori, la costrinse a toccargli le parte intime. “A quei tempi mi sono sentita in colpa, come se avessi fatto qualcosa per provocarlo” prosegue la top model. Da allora, però, Ashley ha imparato una lezione importante: mai permettere a qualcuno di dirle come mostrarsi e cosa fare, soprattutto su un set fotografico. “Dopo quegli episodi – conclude – mi sono ripromessa che non mi sarei più fatta manipolare su un set”.
La modella statunitense da anni si batte affinché l’universo fashion promuova un’immagine sana del corpo femminile, ed è stata scelta per la copertina del numero di gennaio di ‘Vogue Uk’, scattata da Patrick Demarchelier. “Un onore”, ha scritto lei stessa su Instagram e un obiettivo centrato per la modella plus size, già covergirl per riviste del settore come ‘Harper’s Bazaar’ ed ‘Elle’.

Cara Delevingne lascia la moda: “sono arrivata a odiare il mio corpo”

Cara Delevingne dice addio alle passerelle. La top model, che a soli 23 anni ha già sfilato per i più grandi stilisti ed è diventata un’icona in tutto il mondo, ha deciso che abbandonerà la moda.

C_4_foto_1375667_image

Probabilmente per dedicarsi (definitivamente) al cinema dopo il ruolo nel film Città di Carta, tratto dal romanzo di John Green.«Non lavorerò mai più nella moda», ha dichiarato Cara in un’intervista a The Times, nella quale ha rivelato che per lo stress era arrivata ad avere problemi come una forte psoriasi. «Non mi sono sentita cresciuta come essere umano, e ho dimenticato quanto fossi giovane. Mi sentivo vecchia», ha spiegato.«Sono arrivata a odiare il mio corpo», ha rivelato. Il disagio, spiega Cara, è derivato anche dalle richieste di posare in modo sexy, arrivate già in giovane età. «Era disgustoso – ha raccontato – Io sono abbastanza femminista e tutto ciò mi faceva male».

Ashley Graham e la carica delle extra large

Parte da New York la sfida delle formose. Capitanate dalla bombastica Ashley Graham, le modelle oversize guidano la svolta nella moda e nel modo di pensare i canoni di bellezza.

C_4_foto_1385785_image (1)

Le curve piacciono e così un rivenditore di lingerie canadese ha deciso di affidare i propri reggiseni, corpetti e biancheria intima a un gruppo di extra large. E il movimento delle #plusisequal fa proseliti. Kim Kardashian, che ha fatto delle sue forme esagerate un successo, ne sa qualcosa. Candice Huffine è stata la prima modella XL a guadagnarsi un posto nell’ambitissimo Calendario Pirelli. La figlia di David Hasselhoff, Hayley, ha fatto impazzire sulle passerelle di Londra con le sue forme morbide e abbondanti. Ashley Graham a New York ha catturato stampa e flash sfilando in lingerie. Il movimento delle floride bellezze dalle taglie extra è partito e la rivoluzione è appena cominciata. Di contro, scatena polemiche e critiche l’impiego di ragazze troppo scheletriche. Victoria Beckham è stata travolta da una valanghe di messaggi social di fan preoccupati e arrabbiati per le modelle magrissime usate per la sfilata della collezione della moglie di Beckham.

Instagram censura l’hashtag #Curvy e accetta #anorexia: scoppia la polemica

Le modelle sopra la taglia 46 sono ormai accettate sulle passerelle di tutto il mondo e mostrano con orgoglio i loro chili di troppo. Sui social network però questa realtà non è stata ancora sdoganata completamente. Su Instagram l’hashtag #curvy, infatti, è stato censurato.

Una-top-model-da-90-kg-per-la-Pirelli-67dd3314d110410088b3247c9e356b72

Nessun problema invece per gli hashtag #thin, #skinny e addirittura #anorexia.
Il termine significa formosa, curvilinea. Da Candice Huffine a Tess Hollyday: sono molte le modelle diventate delle celebrità. La scelta di censurare l’hastag e di sostituirlo con le alternative #curvygirl, #curvyfashion e #curvywomen, ha destato qualche polemica. Un portavoce di Instagram avrebbe spiegato a Buzzfeed che la decisione è stata presa perché troppe persone lo utilizzavano per condividere foto osé in contrasto con la politica sulla nudità del social.
Un utente ha lanciato la sfida a Instagram: “Usiamo tutti l’hashtag#curvyisnotacrime per far capire che essere in carne non è un crimine”.

Con Naomi e Jourdan Burberry punta sul colore

Passaggio di testimone tra top? Dopo la pubblicità della fragranza My Burberry che vedeva come protagoniste Cara Delevingne e Kate Moss, per la nuova campagna 2015 Burberry punta su altre due top model d’eccezione: Naomi Campbell e Jourdan Dunn.

Naomi-Campbell-Jourdan-Dunn-Burberry-SS15-campaign-2

E se la prima non ha bisogno di presentazioni, la seconda per quanto riguarda la carriera non è certo da meno. La Dunn, infatti, è l’unica modella di colore ad aver sfilato per Prada negli ultimi dieci anni e, nonostante abbia appena 24 anni, ha alle spalle passerelle del calibro di Marc Jacobs e Ralph Lauren. Le immagini della campagna, opera di Mario Testino, sono un tripudio di colore. Dimenticando la grigia Londra, Burberry rivisita i capi iconici in una veste più vitale e vivace.

Naomi-Campbell-Jourdan-Dunn-Burberry-SS15-campaign-3

In uno scatto, la Dunn guarda dritta verso l’obiettivo mentre la Campbell la abbraccia da dietro: per entrambe sono stati scelti due trench coat dalla vivace fantasia cromatica, mentre in mano spiccano i bauletti dai dettagli rossi e gialli, con l’iconica stampa check della maison.
In un’altra immagine, decisamente più tradizionale, le due modelle indossano i classici trench sabbia, con particolari rosa e verde menta, abbinati a foulard in tinta.
Nella terza foto sono protagonisti i capi in pelle: una giacca lilla, un impermeabile verde petrolio e pochette fantasia.
“Naomi e Jourdan – due grandi icone inglesi, due donne forti e bellissime e due volti perfetti per la nostra nuova campagna” ha affermato il direttore creativo della maison, Christofer Bailey.
Entrambe sono alla loro seconda volta con il brand inglese:  Naomi aveva già posato nel 2001 al fianco di Kate Moss mentre Jourdan era già stata testimonial del marchio nel 2011.

Da ginnasta mondiale a sexy squillo di lusso: la storia di Florica, ex atleta romena

1619291-1402511468La sua vicenda ha dell’incredibile: era una ginnasta fra le migliori del mondo, erede della mitica Nadia Comaneci, sua connazionale romena che dominò le cronache sportive 30 anni fa. Ma lei, Florica Leonida, alle passerelle ora che ha 27 anni ha preferito… le case d’appuntamenti fra le quali anche quella di Villach, in Carinzia, poco dopo la frontiera, frequentata da molti italiani.A scoprirlo è stato il Daily Mail che riporta sue dichiarazioni choc: “Devo sbarcare il lunario, faccio ciò che devo”. Florica ha gareggiato anche in Italia per la Gal di Lissone (Milano) – nel 2005 – dopo essere cresciuta tra i mille sacrifici: era entrata nella nazionale romena allenata da Octavian Bel vincendo decine di medaglie: l’argento a squadre ai Mondiali di Anaheim 2003, negli Usa, e poi l’argento europeo a squadre a Volos 2006, proprio dietro alle nostre azzurre. La sua specialità era la trave, è stata anche oro europeo juniores a Patrasso 2002.  Dopo la carriera sportiva, si è persa. Le voci circolavano nell’ambiente divenendo sempre più insistenti: alcuni siti di escort riportavano la foto di una ragazza identica a “Floarea”, come la chiamano gli amici. Quel fisico modellato da anni di esercizio, prima come ginnasta, poi come allenatrice, è diventato la conferma.  Lo ha confessato al Daily Mail: “Sono una prostituta. Lavoro in un bordello”. A 27 anni ha preso la decisione difficile di prostituirsi per soldi. Andata in Germania ha cambiato nome: Sascha Brown. Prendeva gli appuntamenti attraverso un sito porno, riceveva in un bordello, vita squallida ma guadagni importanti. Dai 700 euro al mese come allenatrice, alle migliaia di euro al giorno. Sasha arrivava a guadagnare anche tremila euro per una notte.  Presto i guadagni sono aumentati, entrate sempre più importanti per lei che doveva provvedere anche alla famiglia in Romania. I genitori non sapevano, fino alla sua rivelazione, che lei facesse la prostituta. Ma ormai, per sua stessa ammissione, è difficile cambiare vita. O meglio, cambiare lavoro. Dopo che i giornali in Romania hanno raccontato la sua storia, Florea-Sascha ha cambiato città, trasferendosi dalla Germania all’Austria, a Vienna. Lì divide un appartamento con una amica, una collega.

Tratti forti per occhi, labbra e sopracciglia: quest’anno spopola lo stile di Frida Kahlo

bar-refaeli-1-1Tutti pazzi per Fida Kahlo e per il suo look. L’artista messicana quest’anno non è protagonista solo di una mostra che si tiene a Roma, alle Scuderie del Quirinale, ma si è trasformata in icona di stile per attrici e modelle. 
Tra queste ultime, una è Cara Delevingne, sorella di Poppy, regina delle passerelle e del glam. Ebbene, in quanto a make up la bella Delevingne si ispira spesso alla pittrice latino americana e al suo trucco folk. Le sopracciglia vengono accentuate, gli occhi colorati da ombretti sgargianti, le guance sottolineate da pennellate di blush e la bocca resa sensuale dal rossetto rosso.  Per un beauty alla Kahlo per prima cosa bisogna rendere più folte le sopracciglia. Avete passato una vita a depilarle ed avete delle perfette e sottili ali di gabbiano? No problem, le matite per sopracciglia sono quello che fa per voi. Shisheido ne propone in varie tonalità, così da avvicinarsi il più possibile al vostro fototipo. Per seconda cosa scegliere bene l’ombretto: che sia smoky o su tonalità più decise, l’importante è che sia evidente e ben abbinato al colore degli occhi.  Chanel, in quanto a scelta potrebbe essere un’ottima soluzione. Dopodiché si passa al blush, dettaglio fondamentale di un vero look folk. Il colore va scelto in base all’incarnato. Clinique per questa primavera-estate ne propone quattro diverse nuances, in una confezione molto flower. In ultimo le labbra, rosse e sensuali. Il rossetto perfetto? Il Collistar Mille Baci, della capsule firmata da Antonio Marras. Non è solo intenso e con fattore di protezione, ma anche un oggetto da collezione.

Costumi a fascia colorati e a fantasia

C_4_articolo_2039724__ImageGallery__imageGalleryItem_12_image-199x300Cariche vitamine per combattere il grigiore invernale, luccichii di pietre e cristalli, pizzi e frange per rendere inusuale il beachwear, queste le tendenze moda mare 2014. L’impatto visivo è fortemente estetico e le forme sono retrò con predilezione per i costumi a fascia a due pezzi o interi. Il modello a fascia viene così reinventato, arricchito sovente da imbottiture, push up e scolli rigidi a V.

C_4_articolo_2039724__ImageGallery__imageGalleryItem_10_image-199x300

Forti sono le influenze esotiche, a partire dai colori accesi che valorizzano l’abbronzatura come il verde acqua, il corallo, il lime, l’ azzurro e il blu. Miss Bee opta per quelle arricciate “très coquette” o modello Emanuelle con girocollo anni ’70. E se per Pin-up e Calzedonia le stampe floreali sono macro e dai colori accesi, Dolce & Gabbana le immagina mini su sfondo nero. Accanto alle proposte vivaci, le linee più romantiche che prediligono nuance candide, sfumature di bianchi e colori naturali, un vero e proprio omaggio ad una classicità retrò in chiave contemporanea.

C_4_articolo_2039724__ImageGallery__imageGalleryItem_8_image-199x300

Eleganza ostentata per La Perla che propone “stecche” in versione beachwear anche per i costumi con scollatura a fascia abbinando il raso lucido alla lycra.
Così i leitmotiv delle passerelle prendono forma nelle varie proposte. Via libera alle fantasie optical, a quelle floreali, alle geometrie scomposte, ai pois, alle righe.

C_4_articolo_2039724__ImageGallery__imageGalleryItem_13_image-199x300

Vivacità creativa infine per Miss Bikini che punta sull’ animalier della zebra, le stampe nebulose della mimosa e l’interpretazione Hawaii dall’effetto quasi tridimensionale.
Insomma esaltazione della natura e del colore per un’estate da sogno!