Bimba di 5 anni malata di tumore “sposa” il suo migliore amico

Sognava di sposare il suo migliore amico, ma purtroppo la piccola Eileidh non poteva aspettare di diventare grande per coronare il suo sogno d’amore. All’età di due anni, infatti, le era stata diagnosticata una rara forma di tumore che, malgrado le cure, non ha fatto che peggiorare fino al tremendo annuncio dei medici: Eileidh non sarebbe sopravvissuta.

bambina-di-5-anni-dettaglio

Così, come riporta The Independent, i suoi genitori le hanno organizzato una «cerimonia» ad Aberdeen, Scozia, in miniatura nel corso del quale ha potuto dire sì a Harrison, il suo migliore amico. «Quando ci hanno detto che era in fase terminale – ha spiegato la mamma Gail a CBS News – abbiamo deciso di fare una lista delle cose che avrebbe voluto fare, per costruire quanti più ricordi possibile». Un viaggio a Disneyland Parigi, una cameretta dipinta di rosa e, il più importante di tutti, il matrimonio con tanto di velo e vestito da principessa. Il piccolo Harrison ha addirittura preso in prestito uno degli anelli di sua mamma da regalare alla sua «fidanzata» speciale. Un legame speciale, il loro: «Harrison non fa che dire che la ama e che vuole sposarla», ha raccontato Stephanie, madre del promesso sposo. Così, la cerimonia si è svolta qualche settimana fa: Eileidh è stata accompagnata al finto altare da suo fratello maggiore, Callum, e lei e Harrison sono stati dichiarati «migliori amici per sempre». E la mamma della piccola ha letto una favola scritta da lei sulla battaglia della figlioletta contro la malattia. Poi, la festa con amici, parenti e supereroi.

Zahia Dehar, fuoritutto tra rouges e pois

Sui giornali i francesi la chiamano “la scandaleuse” e lei non fa niente per impedirlo. Zahia Dehar adesso fa la designer di lingerie ma è più conosciuta per un accaduto hot che scosse il calcio d’oltralpe. Alla vigilia dei mondiali 2010 infatti la giovane, al tempo minorenne, divenne famosa per uno scandalo a luci rosse che coinvolse i calciatori Benzema e Ribery.

C_2_box_35598_upiFoto1F

Da allora Zahia Dehar non ha più smesso di prendere parte a eventi esclusivi e di essere paparazzata. Per la sua ultima partecipazione, l’inaugurazione estiva del giardino delle Tuileries a Parigi, Zahia sperava forse di dare una virata all’immagine iper sexy, optando per un abitino color mattone a pois bianchi con rouges. Peccato che lo scollo profondo abbia mostrato quasi tutto il seno della Dehar e che la gonna cortissima abbia svelato gli slip color carne. La borsa in paglia di Dolce&Gabbana dal sapore provenzale ha completato il suo outfit rivelatore. E in questo tripudio di finezza, vuoi non sgranocchiare con malizia (e grande maestria) una peccaminosa mela candita?

Attentanti Parigi, Madonna ricorda le vittime sul palco e scoppia in lacrime

Anche Madonna ha voluto esprimere la sua solidarietà alle vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre. Nel corso del concerto di Stoccolma, sabato 14, la regina del pop ha dedicato un lungo discorso alla tragedia: “Vogliono zittirci, ma non lo permetteremo, ha detto la cantante, invitando il pubblico a osservare un minuto di silenzio in ricordo delle vittime, prima di scoppiare in lacrime e intonare “Like a Prayer”.

C_4_foto_1413306_image

Un lungo e toccante discorso. Poi un silenzio irreale per omaggiare quanti sono morti e le loro famiglie. Madonna ha partecipato in lacrime al lutto internazionale per le stragi di Parigi, parlando agli oltre 40 mila fan accorsi nella capitale svedese per il suo show: “Questo spettacolo è una celebrazione della vita, del difendere i propri diritti e del lottare per ciò in cui si crede – ha esordito la regina del pop – E’ stato difficilissimo per me arrivare a questo punto senza pensare a ciò che è accaduto ieri notte. Devo prendermi un momento per parlare di quella tragedia. Le orribili uccisioni, gli assassinii e l’inutile fine di tante vite preziose a Parigi l’altra notte”.
“Ho pensato di cancellare lo show, ma poi mi sono detta perché farlo, perché permettere a queste persone di fermare me, di fermare tutti noi – ha spiegato Madonna – È esattamente quello che queste persone vogliono fare: vogliono metterci a tacere e noi non lo permetteremo”.
“Noi meritiamo di divertirci e nessuno nel mondo può impedircelo, nessuno può impedirci di fare quello che amiamo”, ha detto più avanti prima di concludere con un messaggio di pace. “Un altro punto che voglio sottolineare è che ci sono persone che non hanno rispetto per la vita umana. Non cambieremo il mondo in cui viviamo se non cambiamo prima noi stessi, se non iniziamo a farlo ogni giorno nel nostro piccolo. Non cambieremo il mondo eleggendo un nuovo presidente o uccidendo altre centinaia di persone – ha proseguito la cantante – Dobbiamo iniziare a trattare ogni essere umano con dignità e rispetto e questa è l’unica cosa che può cambiare il mondo. L’unica”.
“Solo l’amore cambierà il mondo. Ma amare in maniera incondizionata non è facile e anche amare quello che non capiamo, quello che ci sembra così diverso, ma dobbiamo farlo”, ha concluso.
Il video è stato immortalato dai fan con centinaia di telefonini e telecamere e poi pubblicato sul web.

Lapo Elkann, a letto con Marina Penate

“So happy to see my babe”, cinguetta Lapo Elkann sui social accanto allo scatto, che ritrae Marina Peñate con una t-shirt con la scritta “Amour”. Lei replica sul suo profilo Instagram postando un tenero scatto sotto le lenzuola con il suo fidanzato “Halloween under the blankets with my boyfriend”.

C_4_foto_1408644_image

Da Parigi il rampollo di casa Agnelli e la giovane pr, insieme solo da pochi mesi, condividono la loro fuga d’amore con i follower proprio come due adolescenti cotti a puntino! Lei ha 26 anni, è di origini spagnole, si occupa di moda ed è bella al punto giusto per stare con il vanitoso imprenditore glamour e modaiolo, che da sempre si circonda di donne super sexy ed eleganti. Anche Marina lo è. Lo dice Lapo stesso, che la definisce : “La più sexy ed elegante”. Lei contraccambia e risponde: “Provo ad essere elegante, ma è lui a rendermi sexy”. Insomma tra i due è un continuo botta e risposta in salsa super mielosa. “Proud of my babe”, scrive lei accanto ad uno scatto in cui Lapo appare in televisione, lui accanto a lei sembra felice e beato. E a Parigi la coppia si gode una mini luna di miele tutta cuoricini e amore.

Charlotte Casiraghi, nuovo amore italiano

Da tempo si parla di crisi, tira e molla, addio tra Charlotte Casiraghi e il compagno Gad Elmaleh. Ora a lanciare la bomba è il settimanale francese Voici che in cover mette la principessa di Monaco con il suo nuovo presunto amore.

C_4_foto_1355657_image

Si tratta di un regista italiano di nome Lamberto, scrive la rivista. Ecco Sanfelice il 40enne che ha fatto perdere la testa alla rampolla monegasca. La scintilla tra Charlotte e Lamberto sarebbe scoccata durante il Festival di Berlino e il Sundance, dove Lamberto Sanfelice ha presentato il suo primo film Cloro, uscito nel marzo scorso nelle sale italiane. Intanto la figlia di Carolina avrebbe preso casa da sola a Parigi e rilascia dichiarazioni sibilline: “Lasciamo spazio al rischio, alla passione, al segreto, all’incerto, all’incontro e a tutto quello che apre la strada a nuove opportunità e possibilità di vita” ha detto al Figaro Madame.

Monica Bellucci, Diva senza età: “Mi sento una bambina”

La Diva bambina è qui davanti, abito a pois per un petit dejéuner coi giornalisti in una Festa del Cinema che l’ha sempre riconosciuta regina: Monica Bellucci esce – ritualmente – alla luce quando esce un film e qui a Roma presenta Ville-Marie del giovane regista canadese Guy Edoin. Sa che tra una settimana, sempre a Roma e nel mondo, il fascio di luce sarà accecante: Spectre e la sua Lucia al fianco di Bond, il più planetario dei palcoscenici.

20151021_109360_belluccig8

«Qui invece interpreto un’attrice, essere attrice nella vita reale però non mi scherma. Anzi. Io sono una che vive più che può all’ombra del glamour, mi ricarico al buio e rifletto su una vita fortunata». La prima fortuna è stata la sua bellezza, diversa da quella dei vent’anni. «La bellezza non stanca, un giorno sai che la rimpiangerai». La bellezza però non ti dà fierezza: è un regalo per il quale devi solo dire grazie. E io lo faccio. Vede – dice – l’età serve. Col tempo si scopre l’anima e la bellezza delle vecchie donne come mia nonna. O quella delle donne che scendevano in piazza per i nostri diritti, sempre calpestati: quelle che lottavano in piazza coi pugni alzati. Ora la guerra dei sessi non serve più: vedo maschi terrorizzati nel mondo. E donne terribili». In Ville-Marie vive il dolore di un difficile rapporto con un figlio maschio: «Ho due figlie, chiedevo alle mie amiche che mi hanno detto: nessun uomo può farti soffrire come un figlio maschio. Sono madre, ci credo». Non capisci mai, fino in fondo, quanto giochi: rivelatrice la frase con cui chiuderà l’incontro coi giornalisti (e noi questo racconto), prima del cambio d’abito per il red carpet più atteso da Monda e dal mondo. «Io l’unica diva? Non so definirmi così. Cerco e scopro cose per il mondo che mai avrei immaginato mi toccassero in sorte 30 anni fa, quando neanche speravo di sfilare a Parigi. Mi dici – spiega ad una giornalista – che sono un sex symbol… Tesoro mio (quanto è umbro il modo in cui lo dice, mamma mia… Ndr), se lo dici tu…». Tra qualche giorno passerà oltre questo personaggio di madre in una storia canadese di sensi di colpa e sarà – finalmente e totalmente glamour – la prima vera Lady Bond. «I sensi di colpa, già: ci uccidono, ma ci fanno belli. Ho il terrore di chi non li prova: sono uomini e donne pericolosi quelli che vivono senza». Ora che a 51 anni («dico alle mie figlie che è la mezza età per non spaventarle sulla morte, l’unica cosa alla quale oggi non mi sento pronta») è finalmente una donna di Bond: potrebbe rivelare se c’è stato il favoloso “no” 30 anni fa. «Beh, se mi volevano, io non l’ho saputo. Certo sarebbe stato ovvio essere allora una Bond girl. Infatti in Spectre sono una lady, una vedova misteriosa». Sfugge alle definizioni, non a tutte però. Eccola l’icona della Festa e del Cinema: «Recitare nelle altre lingue, ora il serbo per Kusturica mi imbarazza e crea problemi: mi sento a mio agio con l’italiano. Se proprio devo definirmi, la prima cosa che mi viene in mente è: Monica Bellucci italiana, italianissima anzi».
Nel gioco della polemica gender non cade, piuttosto rivendica: «Curioso che mi si chieda, seguendo la polemica americana se il cinema è sessista. Perché quale settore della vita lavorativa non lo è? Le donne vivono in salita». Ville-Marie è un film sui sentimenti violenti. «Come certi occhi che non vorresti addosso e che invece ci sono: certo che mi è capitato di vivere quella sensazione. Scendi all’inferno e riemergi come la Sophie del film: se non è sembrato che mi capitasse è perché… sono attrice», dice sorridendo e ammiccando, da diva. Una diva che alla fine gioca a regalare ai giornalisti un titolo: «Allora voi dite che sono una diva… Va bene: in Francia le chiamano mademoiselles, anche le più anziane, come bambine che non vogliono crescere. Io sono quella bambina».

A Parigi non nude ma senza mutande

Abiti corti, lunghi o al ginocchio? Poco importa. Alla Paris Fashion Week quello che conta è essere senza mutande. In prima fila alle sfilate o sul red carpet degli eventi più esclusivi, le star scelgono di osare.

PFW-Izabel-Goulart-total-Alexander-Vauthier-Alta-Moda-Autunno-Inverno-2015-4

Vista di spalle alla sfilata Nina Ricci, Laetitia Casta è apparsa sobria e composta con un cappotto nero e un dolcevita bianco della collezione autunno-inverno 2015 del brand. Ma la vera sorpresa è la gonna… praticamente inesistente. Sotto il maglione infatti, la top indossa solo un pizzo completamente trasparente che mostra le gambe nude. Cappotto e mano strategica evitano incidenti hot.

PFW-Barbara-Palvin-abito-Ralph-And-Russo-Alta-Moda-Primavera-Estate-2015-7

Nude look anche al party per il novantacinquesimo anniversario di Vogue Paris, con due super modelle che si sfidano a colpi di pelle scoperta. La prima è la brasiliana Izabel Goulart, bollente in un minidress rosso fuoco in coccodrillo della collezione Alta Moda Autunno-Inverno 2015 di Alexander Vauthier. Frange, capelli mossi e sandali alla caviglia completano il look infuocato. Altra modella, altro mood. Barbara Palvin sceglie la sensualità romantica con un abito a fiori in pizzo bianco della collezione Alta Moda Primavera-Estate 2015 di Ralph & Russo. I delicati vedo-non vedo conferiscono all’outfit un’allure principesca.

Il rosso di Kate Hudson “accende” Goldie Hawn

Alla sfilata di Versace a Parigi, occhi puntati su Kate Hudson.
L’attrice, al fianco della madre Goldie Hawn, ha spiazzato tutti indossando un sensuale abito rosso dai tagli geometrici realizzato proprio dalla maison.
Ai piedi un paio di eleganti Pigalle di Louboutin, con plateau.

PFW-sfilata-Versace-Goldie-Hawn-Donatella-Versace-Kate-Hudson-abito-VersacePer la bella Kate, aperture maliziose sulla coscia e anche sul retro, tanto da essere scherzosamente coperti dalla premurosa e spiritosa madre Goldie.
La 36enne, tornata da poco single dopo la rottura col frontman dei Muse, ha sfoggiato un fisico invidiabile, risaltato dal monospalla audace.
Il vestito ha anche sfilato in passerella, indossato dalla splendida supertop Eva Herzigova. Per la modella però, gonna fino ai piedi e apertura laterale più audace, con piccolo dettaglio del tanga a vista.
I flash comunque sono stati tutti per la Hudson, che è apparsa raggiante a braccetto della madre e di Donatella Versace.

La Delevingne conquista Parigi con la scollatura

Cara-Delevingne-tuta-Balmain-PFW-6Cara Delevingne non ci sta. In quella che viene considerata la più importante delle settimane della moda, la Paris Fashion Week, la modella non vuole certo sfigurare. E se due sue colleghe top, Miranda Kerr e Rosie Huntington-Whitely, si spogliano, deve assolutamente farlo anche lei.
Al mega party nella Ville Lumière per il lancio del libro di Carine Roitfeld CR Fashion Book Issue No.5, la Delevigne ha optato per delle righe decisamente bollenti. Cara ha indossato una tuta Balmain fresca di sfilata, del resto lei sì che può permettersi di farsi prestare i vestiti visti in passerella solo poche ore prima.
Due pezzi di tessuto striminziti coprono strategicamente il décolleté mentre i pantaloni trasparenti mostrano le lunghe gambe e le culotte nere. Cinturone in vita, espressione da gatta, unghie laccate di rosso e capelli raccolti completano il look.
Sarà anche la più giovane nel circuito delle super modelle ma in quanto a provocazione non è certo una novellina.

Maria Sharapova regina di Parigi battuta in finale Simona Halep

20140607_71450_22PARIGI Quinto titolo nei tornei dello Slam, secondo al Roland Garros dopo quello conquistato nel 2012. Maria Sharapova è la regina di Parigi: in finale ha battuto Simona Halep con il punteggio di 6-4 6-7 (5) 6-4 dopo tre ore e due minuti. Due minuti meno della finale parigina più lunga del torneo femminile che risale al 1996: Steffi Graf superò 10-8 al terzo Arantxa Sanchez. La veterana Masha (27 anni) ha dunque avuto la meglio sulla debuttante. La rumena nata a Costanza di anni ne ha 22 e solo dodici mesi fa era fuori delle prime 50 mentre da lunedì sarà numero tre del ranking. La Sharapova si è imposta negli ultimi 20 incontri giocati al terzo set sulla terra rossa. Nel corso del torneo per ben quattro volte ha dovuto vincere al terzo, le prime tre in rimonta. Era successo negli ottavi contro la Stosur, nei quarti contro la Muguruza e in semifinale contro la Bouchard. Quindi in finale contro la Halep, vincendo però il primo set. La rumena ha provato a smontare pian piano, punto dopo punto, le certezze e le energie della rivale, ma alla fine nulla ha potuto di fronte alla maggior potenza ed esperienza della russa. Come spesso le capita la Sharapova è partita male: 2-0 per la rumena, poi il prepotente allungo e 5-2 per la russa. La Halep ha parzialmente rimontato, ma si è arresa al secondo set point sul 5-4. Nella seconda partita subito 2-0 per Maria, quindi il contro break della tennista di Costanza che si è rifatta sotto. Sul 4-3 la russa ha avuto una palla break, poi però ha ceduto il turno di battuta sul 4-4 e sul 5-4 la rumena è andata a servire una prima volta per il set: l’ha tradita una palla che dopo aver ballonzolato sul nastro è caduto dalla sua parte di campo. Break Sharapova e 5-5. Ancora break della Halep e risposta immediata della russa, che poi nei tie break è salita sul 5-3, ma ha incredibilmente commesso quattro errori di fila consegnando il set nelle mani dell’avversaria. Nella terza e decisiva partita Masha è salita sul 4-2, la solita rimonta dell’indomabile Halep. Sul 4-4 lo strappo decisivo della russa: otto punti di fila e 6-4 finale.