Aida Yespica, in attesa del Gf vip, mostra in anteprima… le curve

Riemerge dalle acque termali come una dea e si lascia immortalare di spalle così che il suo ben tornito lato B diventi il protagonista assoluto dello scatto. E’ un piccolo omaggio in anteprima per i suoi fan. Aida Yespica sarà infatti tra i protagonisti della seconda edizione del Grande Fratello vip, e siamo certi che non nasconderà le sue sexy curve sotto abiti castigati. E intanto ritrova il sorriso con un imprenditore napoletano…

C_2_articolo_3087623_upiFoto1F

Capri, Ibiza, Bormio, Napoli, Roma. Non si può dire che l’estate di Aida non sia frizzante. Da quando ha chiuso la sua storia d’amore con l’imprenditore Enrico Romeo la modella è sempre in viaggio… in costume. Su Instagram una carrellata di scatti hot mettono a nudo la sua bellezza, dal décolleté prorompente alle curve del sedere al ventre scolpito. Dettagli, che secondo alcuni rumors, potrebbero aver catturato l’attenzione di un altro imprenditore, questa volta napoletano, con cui Aida sarebbe stata pizzicata in una “calorosa” notte romana.
Che il suo cuore sia già tornato a battere? Difficile saperlo, certo è che a breve la showgirl entrerà nella Casa di Cinecittà per il Gf vip e i due non si vedranno per un po’. Una relazione già messa a dura prova…

Deborah Iurato, per la festa della donna un brano esclusivo in regalo su Tgcom24

Da sabato 7 a lunedi 9 marzo, in esclusiva su Tgcom24, sarà possibile scaricare gratuitamente “L’amore non è”, un nuovo brano inedito di Deborah Iurato, un omaggio dell’artista in occasione della festa della donna. “E’ un mio regalo per tutti – dice lei -, un brano, ma non solo questo: una parte di me!

C_4_foto_1299952_image

Lo dedico a tutte le donne che continuano a lottare con determinazione per avere riconosciuti i loro diritti e contro ogni forma di violenza”.”L’amore non è” è il brano nel cassetto, conservato gelosamente come si fa con le cose rare. Una canzone, scritta da Lorenzo Vizzini, che racconta il lato malato di una relazione, quello che trasforma due innamorati in vittima e carnefice. Una storia che racconta di violenze, spesso fisiche, ma soprattutto psicologiche.
Le donne, le loro conquiste sociali, politiche ed economiche, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto: c’è tutto questo e molto altro ancora nel mondo di Deborah e, soprattutto, nel suo ultimo disco “Libere”. Un titolo emblematico che racchiude tutto il senso del nuovo progetto discografico, condiviso con il produttore Mario Lavezzi. Parallelamente Deborah è impegnata in studio con il suo “Libere Tour” la cui data “zero” sarà il 13 marzo a Laives (Bolzano).

Sanremo, l’omaggio a Pino Daniele: Antonacci canta «Quando»

Biagio Antonacci infiamma la platea dell’Ariston. Il cantautore milanese, per la prima volta a Sanremo in veste di superospite, ha entusiasmato il pubblico esibendosi in un medley di alcuni dei suoi più grandi successi, «Se io se lei», «Dolore e forza», «Pazzo di lei» e «Sognami».

biagio-antonacci-sanremo-2015Applausi a scena aperta per il cantautore milanese, che si è esibito insieme a quattro fisarmonicisti. In platea anche molti volti noti, tra cui Alba Parietti e Massimo Giletti, sorpresi a cantare dalle telecamere. Biagio ha poi voluto fare un omaggio a Pino Daniele cantando «Quando». Al termine della sua performance, il cantautore ha scambiato sul palco qualche battuta con Carlo Conti, concludendo con un’esortazione alla speranza: «Ci riempiono la testa con l’amicizia, l’amore, ma la speranza è tutto -ha detto Biagio- non è l’ultima a morire, ma è la prima a nascere».

Hollywood rende omaggio a Sophia Loren, regina al Film Festival di Los Angeles

20141113_83426_7Omaggio di Hollywood a Sophia Loren. In occasione del 50esimo anniversario della sua nomination all’Oscar come «Miglior Attrice» per il film «Matrimonio all’italiana» l’American Film Institute ha voluto fare un tributo alla star italiana. É stata una notte piena di stelle, infatti quella di mercoledì a Los Angeles: su Hollywood Boulevard si sono incrociate diverse generazioni di attrici, chiamate a raccolta proprio dall’American Film Institute per l’AFI Fest.  La serata è cominciata con un tributo speciale alla leggenda italiana, Sophia Loren, in occasione del 50esimo anniversario della sua nomination all’Oscar come ‘Miglior Attrice’ per il film “Matrimonio All’Italiana”.La Loren è stata accompagnata dal figlio Edoardo Ponti, che l’ha diretta ne “La Voce Umana”, cortometraggio presentato a Cannes 2014 ispirato dall’omonimo testo di Jean Cocteau. Il festival ha anche presentato un’edizione restaurata del cortometraggio di Edoardo Ponti “La voce umana” e una conversazione con l’attrice sulla sua carriera.
Sophia ha vinto due Oscar: il primo nel 1961 per la magistrale interpretazione nel classico del neo-realismo “La Ciociara” e il secondo – nel 1990 – come premio alla carriera. Oltre alla celeb tricolore, la AFI Fest ha ospitato la presentazione di “Still Alice” con Julianne Moore e Kristen Stewart: nel film, la Moore è responsabile di una interpretazione molto potente nei panni di Alice Howland, una dottoressa del linguaggio a cui viene diagnosticato un prematuro Morbo di Alzheimer. Alla presentazione del film era presente anche la Loren con i suoi figli, Carlo Ponti jr direttore d’orchestra ed Edoardo, regista.

Cannes, omaggio a Sophia Loren: “Non mi considero un mito. Italia maestra senza soldi”

194646128-ed66c1eb-24cd-464c-bc21-8f42be7668c2«Come convivo con il mio mito? Benissimo, perché non mi sono mai considerata tale». 
A pochi passi dal traguardo dei suoi primi 80 anni, Sophia Loren rinfresca la sua leggenda al Festival di Cannes, che lunedì le ha riservato una commossa standing ovation, ieri ha ospitato la proiezione del corto di Edoardo Ponti (Voce umana, da Cocteau) e la versione restaurata di Matrimonio all’italiana, e oggi attende la sua Master Class. Una celebrazione in cui è “affiancata” dall’altrettanto mitico Marcello Mastroianni, che si affaccia ammiccante dai poster del Festival. «Marcello era straordinario, aveva un gran senso dell’umorismo. Abbiamo condiviso 20 anni di carriera lavorando e divertendoci».  Quest’ultimo ruolo in cui l’ha diretta il figlio (una donna matura impegnata nell’ultima conversazione con l’uomo che ama), è una bella sfida: «Un testo che ho letto quando ero molto giovane e che ho sempre sognato di fare. Ora ero pronta». L’età non la preoccupa: «Gli anni passano per tutti, ma io sto bene e ho tanta energia», un ottimismo che le fa dire anche che l’Italia «è sempre bellissima, e speriamo che tutto vada bene». Il cinema, di sicuro, la ama, e lei ricambia: «Ho amato molto il film di Sorrentino e penso che il suo successo porterà altre cose positive. Noi italiani siamo bravi e belli, certo ci vorrebbero i soldi».