Vip, ecco chi si sposa nel 2016

Se il 2015 è stato un anno ricco di matrimoni vip, il 2016 non sarà da meno. Tantissime le celebrità in odore di nozze e addirittura ad un passo dall’altare. Alcuni, come Daniele De Rossi e Sarah Felberbaum hanno addirittura già fatto le pubblicazioni in comune, ma tenendo il segreto, altre come Melissa Satta e Kevin Prince Boateng, hanno già saltato un appuntamento l’anno scorso e quest’anno non possono deludre i loro fan.

C_4_boxPeople_9121_upiFotoApertura

Ecco però quali sono gli altri matrimoni papabili…Tanti i matrimoni in vista nel mondo dello sport. A partire da Federica Pellegrini e Filippo Magnini, sempre più coppia fissa. Nozze in estate per Flavia Pennetta e Fabio Fognini a Barcellona e, si presume, anche per Kevin Prince Boateng e Melissa Satta, che hanno già saltato l’appuntamento con l’altare la scorsa estate, dopo averlo annunciato. Sposi certi sono invece Sarah Felberbaum e Daniele De Rossi, che fanno coppia fissa da ben quattro anni, e ora a quanto pare hanno deciso di formalizzare il loro rapporto col matrimonio con tanto di affissione delle pubblicazioni in comune. E poi ecco arrivare Gigi Buffon con la sua nuova compagna Ilaria D’Amico, in attesa di dare un bebè al suo portiere. Grande attesa anche per Valentino Rossi e la bellissima fidanzata, la modella Linda Morselli, insieme ormai da tre anni. Tra le coppie ormai “storiche” invece che nulla hanno a che fare con lo sport ci sono Piersilvio Berlusconi e Silvia Toffanin, che dopo 14 anni di fidanzamento e due figli, dovrebbero essere ormai giunti al dunque. E ancora grande attesa anche per Alena Seredova e Alessandro Nasi, Cecilia Rodriguez e Francesco Monte, legati da due anni di amore e passione, i quali avrebbero già scelto anche la location per l’evento, la Puglia. Kim Rossi Stuart e Ilaria Spada e due ex inquilini della Casa del Grande Fratello, Chicca e Giovanni, che si sposeranno ad aprile. E ancora Eva Longoria, che ha annunciato il fidanzamento su Instagram con Jose Antonio Baston e Fabio Volo, che ha annunciato in diretta radio l’imminente matrimonio con la compagna Johanna.

I divorzi raddoppiano se è lei che si ammala

IMG_2811ROMA Insieme in salute e malattia, ma non se a stare male è la donna. le coppie nel giorno del matrimonio giurano di sostenersi reciprocamente per il resto della vita, ma soprattutto in quelle adulte i divorzi sono più frequenti in caso di malattia della donna.
E’ quanto emerge da una ricerca dell’università del Michigan presentata al meeting annuale della Population association of America. I ricercatori hanno analizzato 20 anni di dati relativi a 2717 matrimoni raccolti dall’Istituto per la ricerca sociale dell’università.  Al momento della prima rilevzione almeno uno dei coniugi aveva 50 anni e l’attenzione degli studiosi si è focalizzata sul successivo insorgere di malattie gravi, come tumori, problemi cardiaci e respiratori. Dai risultati è emerso che, a fronte di un 31% di coppie che avevano divoriato, le donne risultavano doppiamente svantaggiate di fronte alla malattia: da una parte perché, a fronte del fatto ceh gli uomini si ammalavano di più, correvano maggiormente il rischio di rimanere vedove, dall’altra perché i divorzi raddoppiavano in caso di una loro malattia.  Sebbene lo studio non indaghi le ragioni per le quali quando sono le donne ad ammalarsi le relazioni tendono a romprsi la dottoressa Amelia Karraker e il suo team provano a ipotizzare una spiegazione. «Le aspetattive sociali sul caregiving non mettono solitamente l’uomo di fronte al fatto di dover necessariamente prendersi cura della propria partner malata – spiega Karraker – in più, gli uomini divorziati anche se adulti hanno, per una dorta di squilibrio tra i generi, più chances di trovare una nuova compagna rispetto alle donne divorziate».  «Non abbiamo informazioni su chi abbia scelto di divorziare tra le coppie studiate – conclude – ma occorre tenere in mente che in alcuni casi è la donna a chiedere di interrompere la relazione. Può darsi che si ammali, il marito non la accudisca come dovrebbe e lei preferisca lasciarlo andare via appoggiandosi ad altri familiari e agli amici».