Rita, Kendall, Sara… tanga sul red carpet

Non è insolito vedere sul red carpet, sotto abiti completamente trasparenti, coulotte e mutandoni a celare il lato B delle star. Ora però le bellissime si sono stufate di tutta questa castità (si fa per dire) e hanno deciso di sdoganare direttamente il tanga.
I tappeti rossi di maggio sono un tripudio di perizomi in bella vista, che sottolineano lati B tonici e scultorei.

C_2_box_32877_upiFoto1F

La prima ad inaugurare il trend è stata Kendall Jenner che, al Met Gala di New York, si è presentata con un abito di rete La Perla che svelava, oltre agli slip, anche schiena, glutei, gambe e pancia.
Modelle, attrici, cantanti, influencer: il Festival di Cannes è sempre gremito di stelle. Così ecco che, per distinguersi, la top Sara Sampaio ha optato per un vestito bianco di pizzo di Francesco Scognamiglio e non si è vergognata affatto di mostrare le forme. Il look da sposina sexy è fatto.
Infine, stesso brand per Rita Ora che ai Billboard Music Awards a Las Vegas ha indossato un abito-armatura bianco e nero con gonna al polpaccio trasparente. La popstar ha omesso la maschera che ha sfilato in passerella ma si è ricordata di mettere almeno le mutande (molto rivelatrici).

Bella, Kendall e Kylie porgono le terga al Met

Il confine tra sensualità e volgarità è labile ed opinabile, e può generare commenti discordanti. L’eleganza invece, oltre che una dote innata, è anche un obiettivo da perseguire. Non tutte ci riescono, alcune non ci provano nemmeno. Poi c’è la trasgressione momentanea, di chi può permettersi gli abiti più chic al mondo, sapendo di indossarli meravigliosamente e sceglie comunque la volgarità: Bella Hadid e le sorelle Kendall e Kylie Jenner, al Met Gala.

C_2_box_31521_upiFoto1F

In una gara di trasparenze, più vedo che non vedo, le tre hanno riscaldato gli animi con audaci creazioni in cui il lato posteriore era trionfalmente ed orgogliosamente esposto.
E’ stato arduo apprezzare in questi abiti le applicazioni gioiello, i ricami floreali e i dettagli stilistici: le forme del corpo, specialmente quelle retrostanti, hanno prepotentemente rubato la scena ai vestiti.
Difficile dire se il lato b di Kendall Jenner, ben visibile tra le maglie della rete La Perla, fosse più provocante di quello di Bella Hadid, evidenziato dalla catsuit di Alexander Wang. O se il Versace color carne di Kylie Jenner fosse meno audace del nero della sorella Kendall e dell’amica Bella. Ai posteri, o meglio ai posteriori, l’ardua sentenza.

Kendall? Kylie Jenner regge il confronto!

Kylie Jenner ricasca nel selfie bombastico in costume nero: le forme prosperose messe ben in evidenza dai tagli sul tessuto, capelli turchini (o grigi) tagliati all’altezza delle spalle e volto maliziosamente nascosto, dalla chioma e dall’angolazione della foto.

Kendall-Jenner-Allure-costume-Agent-Provocateur

Kylie Jenner, l’ultima del clan Kardashian, non perde tempo e a dispetto della sua giovanissima età si mostra sui social network sempre più disnibita. Ma stavolta lo scatto non è passato inosservato per via di un precedente.

Kylie-Jenner-costume-Agent-Provocateur

Intrigante, sensuale e strizzatissimo, il costume intero Dakotta di Agent Provocateur è lo stesso che aveva indossato proprio sua sorella in un servizio fotografico per una rivista .
Modella richiestissima e it girl, Kendall Jenner aveva posato a marzo per la copertina di Allure: all’interno una sua intervista, accompagnata da scatti posati di lei in costumi da bagno, che aveva fatto scalpore per la presenza di una scimmia.
Prestito tra sorelle o gara di sensualità in famiglia? Probabilmente entrambi.