“Mi hanno licenziata perché sono troppo bella”, la denuncia di una presentatrice tv

Licenziata perché troppo bella. Questa è l’accusa che lancia una conduttrice televisiva al suo datore di lavoro. Si tratta di Emma Hulse che è stata licenziata per 5 minuti di ritardo dalla Unit TV, una tv locale inglese, ma che ha raccontato che in realtà dietro la decisione dell’azienda c’era il suo aspetto fisico.

13626439_1212856188754402_9072456335109303928_n_20121358

La 24enne ha detto di essere arrivata con un lievissimo ritardo e di essersi messa subito a lavoro, per affrontare il suo turno di 8 ore, ma mentre stava capendo cosa dovesse fare è stata raggiunta da una persona che le ha detto che non era più il caso lavorasse per loro.
Emma ha detto di essere stata allontanata dopo che le è stato detto: «Sei una modella, non sei adeguata per questa tv», ma la giovane ha obiettato dicendo di essere vestita in modo più che opportuno, con una camicia e dei pantaloni e di aver sempre avuto rigore nel lavoro.
Il titolare della tv, intervistato dal Sun, non ha dato molte giustificazioni in merito: «Abbiamo deciso di rescindere il contratto, alcuni suoi ettaggiamenri non erano in linea con la policy della società».