Elisabetta Canalis, look casual e gambe nude in giro per gli Stati Uniti

Look casual per Elisabetta Canalis, paparazzata all’uscita dal Bristol Farms in shorts e infradito.

3247051_2038_collage_2017_09_18

La showgirl va in giro a fare commissioni negli Stati Uniti con piglio deciso e con l’auricolare del telefono alle orecchie.
In forma, mostra gambe nude, capelli raccolti, tshirt, occhiali da sole e borsa in spalla. L’ex velina appare sempre più indaffarata.

La Birkin di Wanda Nara oscurata… dal lato B

”Ciao, sono la borsa di Wanda Nara.
Non sono una handbag qualunque: sono una Birkin in struzzo arancione. Il mio cognome è Hermes. Chiunque sa che il mio destino non è quello di tutte le borse: siamo accessori di altissimo livello, i più ambiti e desiderati al mondo. Veniamo spesso venerate dalle nostre padrone.

C_2_box_37239_upiFoto1F

A me è toccata Wanda Nara. Non sono certo l’unica nel suo guardaroba. Sono però la più nuova. Il mio colore mi rende esclusiva e ben riconoscibile e lei ci tiene a questo particolare. E’ così affezionata a me che durante le ultime vacanze a Ibiza non mi ha mollato un secondo.
Orgogliosamente, Wanda Nara mi ha fotografato e postato varie volte sui suoi profili social. In questo modo ho fatto un bel giro del web, facendo venire l’invidia a molti. La Birkin arancione di Wanda Nara sul jet-privato, la Birkin arancione di Wanda Nara all’aperitivo, la Birkin arancione di Wanda Nara a spasso, persino in spiaggia. Peccato solo che lì sono stata “oscurata” dal leggendario fondoschiena abbronzato di Wanda Nara!”

Zahia Dehar, fuoritutto tra rouges e pois

Sui giornali i francesi la chiamano “la scandaleuse” e lei non fa niente per impedirlo. Zahia Dehar adesso fa la designer di lingerie ma è più conosciuta per un accaduto hot che scosse il calcio d’oltralpe. Alla vigilia dei mondiali 2010 infatti la giovane, al tempo minorenne, divenne famosa per uno scandalo a luci rosse che coinvolse i calciatori Benzema e Ribery.

C_2_box_35598_upiFoto1F

Da allora Zahia Dehar non ha più smesso di prendere parte a eventi esclusivi e di essere paparazzata. Per la sua ultima partecipazione, l’inaugurazione estiva del giardino delle Tuileries a Parigi, Zahia sperava forse di dare una virata all’immagine iper sexy, optando per un abitino color mattone a pois bianchi con rouges. Peccato che lo scollo profondo abbia mostrato quasi tutto il seno della Dehar e che la gonna cortissima abbia svelato gli slip color carne. La borsa in paglia di Dolce&Gabbana dal sapore provenzale ha completato il suo outfit rivelatore. E in questo tripudio di finezza, vuoi non sgranocchiare con malizia (e grande maestria) una peccaminosa mela candita?

Greta Zuccarello, la ballerina italiana che ha stregato Victoria’s Secret

Greta ha gli occhi a forma di sogno. Eccola in un caffè qualsiasi nei dintorni di Union Square, seduta su uno sgabello alto quasi quanto le sue gambe di pantaloncini da calcio blu.
Così, in vetrina, a guardare lo scorrere delle auto e ad immaginare la sua America. È nata a Treviso ed è proprio lì che ha iniziato a studiare danza, in una scuola della sua città, quando era ancora una bambina.

greta

«Avevo 11 anni. Si inizia sempre per gioco quando sei ragazzina. Poi, all’età di 14 anni, ho vinto un concorso alla Opus Ballet di Firenze e mi hanno dato una borsa di studio per intraprendere un percorso di formazione in danza contemporanea. Così, mi sono trasferita lì in collegio ed ho continuato a fare il liceo linguistico».
A Firenze ha continuato a studiare francese, spagnolo e inglese.
E a ballare.
«La sera facevo danza per ore ed ore finché, a 16 anni e mezzo, ho fatto un’audizione a Roma per la Peridance. Subito dopo, un’altra audizione, questa volta per la San Francisco Ballet School: mi hanno presa per la Summer Intensive. Da lì catapultata direttamente a New York»
Ancora un successo, ancora una borsa di studio.
Ed è proprio alla Peridance che balla ora.
«A 17 anni ho preso il visto da studente, ho lavorato sodo per completare il mio percorso di formazione e, non appena diplomata, mi hanno presa. Essere principal dancer di una famosa compagnia newyorkese di danza mi sembrava una sorta di sogno irrealizzabile fino a qualche anno fa. E invece».
Ore ed ore di allenamento ogni singolo giorno. E una valanga di spettacoli, tra cui il famoso “Season” tra le mura del Salvatore Capezio Theater. Ma non solo: Greta ne ha fatti tanti e tanti ancora ne farà.
«Abbiamo il nostro teatro dentro la Peridance e siamo fortunati per questo perché, avendo un nome così importante alle spalle, in tantissimi ci vengono a vedere. Poi, abbiamo ballato a Saint Louis, a Miami e facciamo tour negli States e dappertutto nel mondo: Israele, Corea, anche nella nostra amata Italia. In estate balliamo alla Summer Union Square Dance Festival, al Battery Park Dance Festival e ci esibiamo un po’ ovunque».
Impossibile non chiederle che cosa le piaccia di più di New York.
«Tutto. Semplicemente tutto. New York mi ha ispirata da sempre. Insomma, New York è New York, è il centro di tutto. Mi piace la gente, mi piace questo mix folle di tutte le culture del mondo e poi c’è sempre qualcosa di nuovo da fare, la noia non è ammessa, mai».
Ormai la sua città. La città in cui fa quello che ama.
«A me ha dato tanto», afferma risoluta.
E con i suoi passi, leggeri e forti di passione, Greta ha fatto un salto pazzesco senza neanche rendersene troppo bene conto.
«È successo di colpo, hanno chiamato la scuola per chiedere l’autorizzazione mia e loro a girare dei video. Ho fatto un casting, eravamo più di 500 a partecipare e, come ballerina, hanno scelto solo me. Ah, sto parlando di Victoria’s Secret».
Così, quasi inaspettatamente, si ritrova anche ad essere una delle protagoniste della linea sportiva del marchio che a queste latitudini (e non solo) è già leggenda.
«Uno dei miei video più noti è “Pink Active”, girato con Victoria’s Secret al Brooklyn College; mentre, qualche mese fa, sono andata alle Bahamas 4 giorni per girare uno spot , sempre per Victoria’s Secret, in cui mi esibisco come ballerina nel video Spring Break 2017. Coreografie e natura con indosso i capi sportivi del brand che amo di più in assoluto».
Ma non c’e’ solo la nota linea di abbigliamento femminile nel ricco bagaglio di esperienze di Greta: in un lasso di tempo molto breve, è divenuta infatti la principal dancer per tutti gli spot di Pryma Sonus Faber, una marca di cuffie del settore lusso, rigorosamente Made in Italy, che opera sotto il noto brand Macintosh.
Ma l’Italia è lì, ben salda al centro del suo cuore, assieme alla sua famiglia.
«Però la cosa che mi manca di più è il cibo», e sbotta in un sorriso d’incanto che sa di sincerità.
«La mia famiglia è il mio pilastro. Mi hanno lasciato andar via di casa a 14 anni, spingendomi a fare quello che volevo. Mi sono vicini sempre, li vedo addirittura spesso. E poi ho la fortuna di poter tornare a casa, eventualmente: la loro porta è sempre aperta e questo mi trasmette un gran senso di sicurezza».
Riguardo alla meta, Greta non ha dubbi.
«Voglio fare esattamente quello che sto facendo adesso. Voglio farlo in una dimensione ancora più grande, voglio ballare ogni weekend in tour con le migliori compagnie d’America. Io non credo nel destino, io credo nella fatica, nel sudore della fronte. Alcuni appuntamenti importanti sono già in programma: su tutti il Fare Island Dance Festival, per gli altri, invece…stay tuned!».
Chissà se c’è ancora spazio per l’Italia anche nel suo orizzonte oltre che nel suo cuore.
«L’Italia potrebbe essere perfetta. Tutti i teatri che ci sono rappresentano dei veri e propri gioielli. Trasudano storie e volti, sono stati immaginati per davvero e non, come accade qui in America, tirati su ex novo. Per quanto, ovviamente, se vai al Metropolitan, vieni proiettato in uno spazio bellissimo ed enorme. Noi, però, abbiamo la ricchezza, quella che non esiste in nessun altro luogo al mondo».
C’è un altro però. Ed è colossale.
«In Italia, tuttavia, c’è davvero poco da fare. Non si investe abbastanza nell’arte, quando viceversa potrebbe (dovrebbe!) essere la nostra punta di diamante. Francamente, in questo momento non immagino di tornare. Chissà, magari più in là».
Risponde d’impatto, con la sicurezza tipica dei suoi anni.
E quindi? Il famoso sogno americano esiste ancora?
«Si, certo che esiste. Eccolo, ci siamo tutti un po’ dentro. Io il mio ce l’ho bello e chiaro e mi dò da fare in ogni istante per far sì che si materializzi».
Saluta, sorride e sprizza quell’energia positiva che rappresenta al meglio la magia di questa città. Il miracolo di una ragazza “qualsiasi” che da un angolo altrettanto qualsiasi della nostra Italia si ritrova a calcare lo scenario a stelle e strisce e a volteggiare, tra gli altri, per Victoria’s Secret.
Ed eccola che allunga il passo, di ritorno verso la palestra. Pronta a rituffarsi nel suo mondo di sacrifici e di flash, nella sua New York.
Si volta ancora un istante.
Greta ha gli occhi a forma di sogno. Di sogno americano.

Wanda Nara nuda per una borsa

Di tutte le Wags del nostro campionato la più modaiola è senza dubbio Wanda Nara. Ed è anche una delle più sexy.

Wanda-Nara-borsa-Chanel-CC-Medals-Flap

Quattro gravidanze non hanno per niente scalfito la sensualità dell’argentina, che sui social non perde occasione per dichiarare amore eterno al marito Mauro Icardi e per mostrare le sue pose più accattivanti.

Wanda-Nara-borsa-Chanel-CC-Medals-Flap-2

Capelli biondissimi, trucco marcato e unghie nere, ecco Wanda Nara in camera da letto ammiccare alla macchina fotografica con addosso solo un paio di pantaloni di pelle e la mano a coprire il seno. Se alla maggior parte dei follower l’occhio cade sul décolleté quasi interamente in vista, la nostra attenzione si concentra sul must-have firmato Chanel. La borsa CC Medals Flap della collezione Resort Primavera-Estate 2015 nera in matellasé è ricoperta di medaglie raffiguranti i simboli delle città che hanno visto sfilare il brand in questi anni. “Togliere è meglio che aggiungere”, diceva Coco Chanel. Wanda Nara non se lo fa ripetere.

Mara Venier con i bigodini in testa

Prima la gaffe con la rivelazione della Playa Desnuda all’Isola dei Famosi, poi il Tapiro d’oro, le lacrime davanti alla d’Urso per il videomessaggio di Sabrina Ferilli, e ora in strada con i bigodini. Mara Venier è un fiume in piena in questo periodo d’oro per la sua professione. Opinionista nel reality di Canale 5, la showgirl riserva continue sorprese e colpi di scena…

C_4_foto_1299032_imageSul suo Instagram, aperto di recente e per volere dell’amica Alessia Marcuzzi, vengono postate foto e scatti di continuo. L’ultimo ritrae la Venier fuori da un salone di bellezza con i bigodini in testa, le infradito ai piedi per far asciugare lo smalto e la borsa sotto braccio. “Vado a fare la foto… si può andare in giro così????#milano @foto #oggi# @1onedward #amoridellazia#dilloamara” cinguetta Mara.

Caterina Balivo ha le chiavi di Dolce&Gabbana

Frizzante ma raffinata come al solito, Caterina Balivo da qualche tempo ha iniziato a indossare abiti Dolce & Gabbana.

Caterina-Balivo-Il-piu-grande-pasticcere-total-DolceGabbana-2Che sia per contratto o per scelta personale, col suo fisico al top e il suo colorito mediterraneo, la Balivo sembra essere la donna perfetta per le creazioni originali e iperfemminili della maison italiana.

Caterina-Balivo-Il-piu-grande-pasticcere-total-DolceGabbana-5

Per la presentazione della trasmissione televisiva della Rai Il piu’ grande pasticcere, Caterina ha osato un look autunnale composto da abito in pelle color melanzana con intarsi floreali, abbinato a decollete nere. In mano la Mini Sicily Dauphine in vitello nero (845 euro).

Caterina-Balivo-abito-borsa-DolceGabbana-Guido-Alberto-Brera-camicia-jeans-DolceGabbana-4Per l’amatissima conduttrice, Dolce & Gabbana anche fuori dal piccolo schermo: in compagnia del suo piccolo Guido Alberto ha partecipato a un evento a Milano regalando ai suoi fan qualche scatto social.
La Balivo ha indossato un abito della nuova collezione autunno inverno 2015 con chiavi e serrature stampate sui toni dell’oro e dell’argento a sfondo nero (2.750 euro). Cappottino rosso e la borsa bicolor Linda per completare l’outfit (da 1000 euro).
Conduttrice, moglie e mamma: per rimarcare la sua fiducia al brand, per il biondino di casa, Caterina Balivo ha scelto una camicia in percalle con una fantasia che riproduce carte da gioco (156 euro), indossata sopra una tshirt nera basic con targhetta in metallo (104 euro) e dei jeans scuri (137 euro). Sportivo sì, ma con stile.

Michelle ma belle, la Hunziker omaggia i Beatles

Michelle-Hunziker-tshirt-Amplified-Clothing-borsa-TrussardiPeriodo bello e felice per Michelle Hunziker. Si avvicina la data del 10 di ottobre, in cui convolerà a nozze con Tomaso Trussardi. A officiare le nozze sarà il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, mentre a far da testimone sarà Antonio Ricci, importantissima presenza nella carriera della showgirl.
E a pochi giorni dalla dichiarazione pubblica su Facebook, in cui ha annunciato la propria gravidanza, la svizzera viene paparazzata quasi tutti i giorni, nella speranza di immortalare l’attesissimo pancino.
Per la sua passeggiata Michelle sceglie abiti scuri: pantaloni neri e maglia grigia Amplified Clothing, dall’aspetto vintage, con stampa “The Beatles“.
Una certa sintonia col gruppo deve sentirsela, la bella showgirl, dato che Michelle è il titolo di una famosa canzone d’amore dei Beatles del 1965.
La borsa naturalmente è una Trussardi, il modello Buckles, nella versione nero/arancio.
E se non sono ancora visibili rodotondità sul ventre, è il sorriso a svelare ogni segreto. Con Tomaso “tres bienensemble”

Pippa Middleton, black & white londinese

Pippa-Middleton-abito-BCBG-Max-Azria-sandali-French-Sole-orecchini-Kinnari-borsa-GucciIl suo famoso lato B è balzato agli onori della cronaca in occasione del matrimonio della sorella Kate con il principe William. Per settimane non si è fatto altro che parlare del suo fondoschiena fasciato in un abito di Alexander McQueen, poi la fama di Pippa Middleton è andata scemando.
Eterna seconda, compare comunque puntualmente sulle cronache rose inglesi per le sue love story e le uscite mondane.
Impegnata sentimentalmente da tempo con il banchiere Nico Jackson, pare che la prossima destinata a indossare l’abito bianco sia proprio lei. Per ora di bianco Pippa indossa solo la canotta mentre passeggia per il quartiere londinese di Chelsea.
Perfetto per la città l’outfit della Middleton, composto da un abitino bicolore con gonna sopra il ginocchio di BCBG Max Azria. Ultraflat i sandali Glastonbury Gladiator di London Sole color tabacco con cuori in pelle e borchie (140 euro). Ricordano piccole uova gli orecchini in oro e zaffiri di Kinnari (305 euro). Al braccio l’iconica borsa Bamboo in pelle nera con finiture oro di Gucci (1490 euro).