Gf Vip, Giulia De Lellis contro Corinne Cléry: “Glielo infilerei in bocca…”

Una cosa è certa su Giulia De Lellis: o la odi, o la ami. Di certo, però, la giovane concorrente del ‘Grande Fratello Vip’ con un passato a ‘Uomini&Donne’, non ha peli sulla lingua e per questo finisce sempre per avere liti e discussioni, dentro e fuori la Casa. L’ultimo screzio, in ordine cronologico, è avvenuto con Corinne Cléry anche se in maniera meno furiosa di quanto successo con Alfonso Signorini.

giulia-de-lellis-corinne-clery-gf-vip

I fan di Giulia, su Instagram, sono sempre in costante crescita anche se la ragazza proprio non riesce a rendersi simpatica. Nei giorni scorsi c’è stato un piccolo scontro con l’attrice francese, che aveva definito Giulia “ignorante” e aveva proposto a Malgioglio di votarla per avere più possibilità di farla eliminare. La De Lellis, quindi, chiacchierando con Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser non aveva avuto parole al miele per la 67enne Corinne: «È piacevole, ma dopo 24 ore che parla le infileresti un microfono in bocca…». Ad ogni modo, Cecilia e Ignazio hanno mostrato il loro disccoro. Il giovane ciclista, figlio d’arte, ha infatti commentato così: «Non è vero, lei è una persona che sa capire se ti sta annoiando».

Tapiro a Illary Blasi per l’addio di Totti: “Lo avrai sempre a casa”. E Staffelli bacia sulla bocca la moglie dal Capitano

Tapiro a Illary per l’addio del Capitano. A consegnarlo è stato Valerio Staffelli, inviato di Striscia la Notizia. Sempre spiritosa, Illary Blasi ha accettato di buon grado injgaggiando un simpatico siparietto con Staffelli.

2465230_2131_tapiro

Molte le allusioni dell’inviato di Striscia per Totti-pensionato: dal mestolo da usare in cucina («non sa cucinare», ha spiegato Illary), alla piantina di lavori in corso per le strade di Roma per passare il tempo, al grano per i piccioni. «Ma lo sai che ora lo avrai sempre a casa?», ha detto Staffelli a Illary. E alla fine colpo di scena per chiudere il servizio: il bacio “hot” tra l’inviato di Striscia e Illary. Sarà stato vero? Ma soprattutto come la prenderanno i tifosi romanisti?

Balotelli, versione papà affettuoso su Instagram: ma i baci in bocca a Pia dividono il web

L’annata con il Milan non sta andando per il verso giusto, allora Mario Balotelli ha deciso di consolarsi con la piccola Pia. Il calciatore ha postato su Instagram una breve clip in cui schiocca un bacio affettuoso sul viso della bambina.

1650446_balokiss

Pia – nata il 5 dicembre 2012 da Balotelli e dall’ex fidanzata Raffaella Fico – è la protagonista indiscussa del breve video. I fan hanno gradito i teneri giochi in famiglia di Super Mario e l’hanno premiato con più di 50 mila clic. “Dio benedica sempre la mia famiglia”, si legge nel post. Se l’affetto di SuperMario è stato accolto in maniera positiva, alcuni utenti hanno criticato il fatto che baci la piccola Pia sulla bocca. Una pratica che sta facendo discutere e che per molti genitori è inammissibile. A quanto pare, non per Balotelli.

Fedez in versione ‘meccanico’ si cuce la bocca: “Dire ciò che pensi non conviene, non parlo più”

Bocca cucita per Fedez in versione meccanico di Buccinasco, come appare per gioco nelle foto di Vanity Fair, che gli dedica la copertina del numero in edicola da mercoledì 9 dicembre, vigilia della finale di X Factor. “Avrei un lavoro normale, umile come umile è la realtà da cui provengo”, dice nell’intervista a Malcom Pagani. “Ho avuto tantissimo c., e so che la fortuna potrebbe esaurirsi da un momento all’altro. La paura di sparire all’improvviso esiste e io mi preparo.

20151208_112789_fedez_vanity_fair

Cerco di accettare nella maniera più sana possibile il mio declino inevitabile. Io so da dove vengo e so dove posso tornare”. Fedez per Vanity Fair posa con la nonna Luciana, “che ancora vive nelle case popolari al Giambellino”, e racconta le sue origini: “Vivevamo in una casa modestissima presa con il mutuo da mio padre. Faceva l’orefice. Con la crisi dell’oro, nel 2001, perse tutto. Il lavoro e anche la sapienza da artigiano, affinata per anni. Si è riciclato come magazziniere. Mia madre invece gestiva l’archivistica di una multinazionale. Scartoffie, documenti, 1.500 euro di stipendio”.  Non per questo accarezza la retorica degli umili natali: “Buccinasco non è il Bronx, e sa essere molto borghese… Non mi è mai mancato niente e non mi hanno neanche mai sparato a una gamba… Qui da noi, in Italia, nessuno può vantare le biografie dei rapper americani ed è stato triste ascoltare storie familiari di sofferenza che poi abbiamo scoperto essere completamente false”.  Poi, riguardo al M5S, dice: “Mi dà fastidio quando vengo dipinto come un fanatico che si ucciderebbe per loro… Le mie aspettative nei confronti della politica sono basse e il M5S è la migliore tra le pessime proposte sul terreno. Finché non c’è un condannato per mafia nelle loro fila, continuo a preferirli al resto della truppa…”.  “Non ambisco a essere un intellettuale, ma in Italia non esiste intellettuale che non sia un grande bluff”, prosegue Fedez. E aggiunge: “Faccio musica, ho 26 anni, non dirigo un ateneo, parlo nella lingua che si parla oggi e mi prendo dei rischi. Qualcuno pensa che abbia una particolare convenienza? Che punti a stimolare i peggiori istinti? Non posso farci niente, ma è totalmente falso. Dire quello che veramente pensi non conviene mai. Per i pareri su Napolitano o Gasparri ho avuto e continuo ad avere casini serissimi… Infatti mi sono tranquillizzato. Non voglio problemi. Non dico più niente”.