Maestra di sesso sul web: “Con il trucco del pompelmo potreste uccidere il partner”

29733961In giro per il web capita anche di imbattersi in una donna che sostiene di avere una tecnica per la fellatio talmente efficace da poter mandare il partner all’altro mondo, nel senso letterale del termine.
Si fa chiamare zia Angel ma il suo vero nome è Denise Walker e in un’intervista a Vice ha spiegato di aver inventato una tecnica, chiamata appunto “della morte”, capace di provocare un infarto. In un video sul suo canale YouTube la 43enne spiega il suo metodo bizzarro, che prevede l’utilizzo di un pompelmo bucato come una ciambella.
La donna, che lavora a Chicago, ha detto di aver impartito lezioni a oltre 50mila persone negli ultimi 10 anni.”Il mio consiglio per le donne è di trasformarsi in delle bestie”, ha dezzo zia Angel, ma i commenti -anche maschili- sul suo canale non sembrano valutare i suoi metodi in maniera troppo positiva. Qualcuno le scrive: “Fai vomitare”.

Una mela al giorno stimola il desiderio sessuale femminile e rende i rapporti più soddisfacenti

coppia-mangia-melaUna mela al giorno leverà anche di torno il medico ma farà anche risvegliare i sensi di molte donne. Uno studio pubblicato su Archives of Gynecology and Obstetrics, il frutto stimolerebbe il desiderio sessuale femminile.
È stato condotto un esperimento in donne di età compresa tra i 18 e i 43 anni e sono state divise in due gruppi: chi mangia una, due mele al giorno e chi in modo più sporadico.
Le donne che mangiano regolaremente mele hanno dimostrato di fare più volte l’amore e di reputarsi più soddisfatte e appagate.
L’uso quotidiano di mele è associato con punteggi più alti in pazienti di sesso femminile sessualmente attivi, perché aumenta la loro lubrificazione e migliore la prestazione sessuale in generale.
Le mele, infatti, contengono floridzina, un fitoestrogeno comune simile al estradiolo, ormone sessuale femminile che svolge un ruolo molto importante nella lubrificazione vaginale.

Sesso, ecco tutte le posizioni che fanno bruciare le calorie

20140709_73795_schermata_2014_07_09_a_16.23.57Sforzo fisico e performance prolungata: ecco i trucchi per bruciare più calorie facendo sesso. 20140709_73795_schermata_2014_07_09_a_16.24.02

Numerosi studi hanno dimostrato che trascorrere tra i 15 e 20 minuti a fare sesso con il proprio partner consentono di bruciare circa 500-600 calorie, proprio come un’attività fisica cardio. 20140709_73795_schermata_2014_07_09_a_16.23.18

Ma ecco una vera e propria guida, per rendervi conto quante calorie bruciate in corrispondenza di ogni posizione sessuale.

Chi avrà il pene più piccolo? Ecco la gara per i meno dotati

20140618_72315_penisLe dimensioni contano, questo è certo. Nel bene e nel male: ma c’è chi non si vergogna affatto di essere un ‘meno dotato‘, anzi, ci ride su e rende la sua situazione pubblica. Ne sanno qualcosa i partecipanti del concorso “Il pene più piccolo di Brooklyn“, organizzato, come logico, a New York.  “Siamo qui per onorare i peni piccoli!”, urla la presentatrice, ai cinque finalisti della gara.  Il primo premio è stato vinto da Raj, un ragazzo indiano che ha vinto 200 dollari e un appuntamento con due ragazze platinate, oltre che un ingresso al ‘Pumps strip club’.  “Non mi sono mai vergognato delle mie misure. In India l’amore conta più del sesso”, ha commentato.

Sesso “veloce”, ecco la diagnosi per l’uomo: “Se duri meno di 3 minuti hai un disturbo”

link-romantici-facebook-link-romantici-damore-per-facebook-350x232Il “sesso veloce” o eiaculazione precoce. Ma quali sono i margini di tempo che la definiscono? Tre minuti o meno, secondo un nuovo studio di un gruppo internazionale di scienziati che hanno concordato una diagnosi del disturbo a oltre un secolo da quando fu documentato la prima volta.   Le vaghe definizioni hanno finora causato confusione tra i medici e indotto molti uomini a credere erroneamente del soffrire del disturbo, spiega il direttore del centro australiano di salute sessuale, Chris McMahon, uno degli autori del rapporto pubblicato sul Journal of sexual medicine. Mentre studi storici della popolazione suggeriscono che tra il 25 e il 30% degli uomini raggiungono troppo presto l’orgasmo, i dati più recenti indicano che la proprietà è molto più bassa.  Secondo la definizione della diagnosi concordata nello studio, soffre della forma permanente della condizione, che si presenta sin dalla prima volta che si fa sesso, fra il 2 e il 3% degli uomini. Questi uomini durano un minuto o anche meno. In un altro 4-6% dei casi la contraggono durante la loro vita ed eiaculano dopo circa tre minuti o meno.  Vi sono tre condizioni nella diagnosi, spiega McMahon, ed è necessario che si verifichino tutte e tre. Oltre alla durata, è necessario che gli uomini non riescano a controllare o ritardare l’eiaculazione durante il rapporto, e che questi problemi di performance causino conseguenze psicologiche negative di frustrazione, fino al punto di evitare il sesso. Non rientrano nella diagnosi i casi di “eiaculazione precoce variabile” quando l’uomo talvolta viene troppo presto e altre volte no, e di “ eiaculazione precoce soggettiva” quando ha solo l’impressione che la conclusione sia stata prematura.

Sesso online, l’Italia è la seconda in Europa: viene praticato da una ragazza su dieci

tecnologia-donne-sicurezza-onlineFino a poco tempo fa era considerato un vero e proprio tabù, specialmente in Italia. Ma da oggi, grazie alla statistica condotta dal sito Cam4, possiamo dire che il Belpaese è il secondo paese in Europa a praticare sesso online, e il dato sorprendente arriva proprio dalle donne.
Almeno una ragazza su dieci ha ammesso di aver praticato sesso virtuale o di praticarlo con frequenza: i dati parlano di un 13% di donne under 35 attive sessualmente sul web. Il primato europeo è in mano ai francesi, con bel il 15% di ragazze amanti del sesso online.  Andando fuori dai confini continentali, possiamo ammettere che le ragazze statunitensi sono delle vere e proprie ‘professioniste‘, con ben il 25% delle under 35 che condividono sul web contenuti hot, come foto sexy di nudo.

Sesso sicuro, in arrivo il chip contraccettivo: verrà installato sotto la pelle

contraccettivo-wirelessAltro che condom e pillole, in arrivo il chip contraccettivo sotto pelle.   Il nuovo prodigio tecnologico è stato realizzato nel Massachusetts Institute of Technologies dagli scienziati Robert Langer e Michael Cima.
Dopo circa 5 anni di sperimentazione (la ricerca ha avuto inizio nel 2012), il prodotto verrà lanciato sul mercato nel 2017: verrà attivato tramite wireless e somministrerà medicinali edestrogeni. Avrà un’autonomia ci ben 5 anni ma gli scienziati vogliono portarla a 16 anni.  “Il microchip impiantabile è il più grande progresso della medicina dalla prima pillola sviluppata nel 1876”, commenta uno dei ricercatori, Bradley Paddock.

Arriva Fundawear, l’intimo per fare sesso a distanza attraverso lo smartphone

Fundawear_sesso_virtualeIl sesso online non è mai stato così coinvolgente. Per aiutare gli amanti separati da chilometri di distanza arriva Fundawear, l’intimo firmato da Durex Australia attraverso la quale è possibile riprodurre il contatto fisico tra i due partner, senza sfociare nello squallore di improbabili esibizioni meramente pornografiche. L’intimo è collegato allo smartphone, dove si potrà installare grazie ad un’app e toccando le parti anatomiche sul telefono verranno attivati a distanza i sensori degli slip o del reggiseno dando a chi lo indossa la sensazione di essere realmente toccato.  Il progetto relativo alla linea Fundawear è ancora in fase di sperimentazione, ma attraverso l’ account ufficiale di Durex Australia è possibile iscriversi ad un programma di test su larga scala, mentre nessuna notizia sarebbe emersa in merito alla sua distribuzione internazionale.

Sesso, gli uomini non dicono mai di ‘no’: una ricerca lo dimostra. Ecco perché

parlamidamoreGli uomini nel sesso non si arrendono mai, neanche davanti ad un dolore fisico molto elevato. Una ricerca lo ha dimostrato e ci ha spiegato le motivazioni.   Lo studio, condotto dal ricercatore canadese Jeffery Mogil della McGill University di Montreal e pubblicato sul Journal of Neuroscience, ha dimostrato che anche con un dolore straziante, i maschi non dicono mai ‘no’ al sesso, mentre le donne preferiscono rifiutare, anche con un dolore fisico minimo.  Ma come mai i due sessi ‘rispondono’ in maniera così differente? Gli scienziati hanno provato a condurre degli esperimenti sul desiderio sessuale dei topi, e hanno concluso che la libido femminile, a differenza di quella maschile, è molto influenzata dal contesto, dalla fiducia in se stessi oppure la paura.  “Non sappiamo quanto la libido delle donne sia influenzata dal dolore. Se lo è in misura concreta, questo potrebbe essere il metodo naturale che utilizzano per evitare di rimanere incinte e di avere la responsabilità di allevare un bambino mentre sono malate. Gli uomini, al contrario, non hanno tali preoccupazioni. Per i maschi, una volta avvenuto il concepimento è finita, il loro lavoro è fatto”, afferma il Dr. Mogil.

Sesso felice? Addio cibi piccanti e bicicletta, l’ideale è mangiare verdure e giocare a calcetto

imagesSesso perfetto? Basta evitare cibi piccanti e di andare in bicicletta. Il segreto per ottenere performance sessuali molto soddisfacenti è legato anche a ciò che lui mangia e al tipo di attività fisica che svolge. Occhio, dunque, a cibi e sport, che hanno un’influenza diretta sulla resa sessuale al maschile. Il consiglio arriva dal segretario generale della Società Italiana di Urologia, Vincenzo Mirone, in occasione del XXIX Congresso europeo di urologia in corso a Stoccolma.  Il decalogo degli alimenti per il ‘sesso felicè spazza via anche alcuni luoghi comuni. Il peperoncino, ad esempio, da sempre considerato un alleato dell’uomo per la vita amorosa, può invece rivelarsi in molti casi un ‘nemicò: «È vero, infatti, che ha un effetto vaso dilatatore, e dunque porta maggiore afflusso di sangue al pene ma – spiega Mirone – si tratta di un alimento irritante per la prostata, e l’irritazione prostatica porta ad un’accelerazione dell’eiaculazione e dunque ad un forte danno per la sessualità». Fortemente irritanti possono essere anche i superalcolici, il luppolo e quindi la birra, i frutti di mare e il pepe.  Un vero e proprio toccasana per la vita sessuale, afferma l’esperto, si rivelano invece i cibi antiossidanti, il vino rosso, le verdure, elementi come zinco e selenio e la vitamina C. Un grosso aiuto arriva poi dall’attività fisica, ma attenzione al tipo di sport che si pratica: «Indicata per l’uomo – sottolinea Mirone – è ogni sport di movimento come, ad esempio, la corsa, il calcetto ed il tennis. Da sconsigliare sono, al contrario, le attività sportive di sforzo quali i pesi». Bollino rosso, poi, per la bicicletta, che può rivelarsi dannosa per l’apparato genitale. Alimentazione e movimento fisico, conclude lo specialista, «possono dunque giocare un ruolo importante sulla vita sessuale, un ruolo da non sottovalutare anche su questo legame non sono ancora stati fatti degli studi scientifici sistematici».