Cristiano Ronaldo e l’abbraccio con l’amico Albert: “Gli devo tutto, ecco perché”

C_4_articolo_2047328_upiImageppA molti non sarà sfuggito l’abbraccio tra Cristiano Ronaldo ed uno spettatore con la maglia dell’asso portoghese al termine della finale di Champions League, vinta 4-1 dal Real Madrid sull’Atletico dopo i supplementari. Lo stesso Cristiano Ronaldo spiega chi è il fan misterioso. 
Si tratta di Albert Fantrau, un vecchio compagno di squadra di Cristiano Ronaldo: «Devo ringraziare lui per il mio successo. Giocavamo nella stessa squadra dell’U-18 nel campionato portoghese. Quando l’allenatore dello Sporting Lisbona venne a vederci, disse: ‘Chi segnerà più gol verrà nella nostra squadra’. Noi vincemmo la partita 3-0, io segnai il primo gol e il secondo lo segnò Albert Fantrau grazie a un grande colpo di testa. Ma il terzo fece rimanere tutti a bocca aperta. Albert era 1 contro 1 davanti al portiere, quando lo ha dribblato io mi trovavo proprio davanti a lui. Tutto quello che doveva fare era metterla in rete e invece l’ha passata a me e io ho fatto doppietta. Quello stesso giorno andai allo Sporting Lisbona. Dopo la partita gli chiesi: ‘Perché l’hai fatto?’ e lui mi disse: ‘Sei più forte di me‘».