Kim Kardashian, un selfie per la Terra

Un selfie per ogni occasione: con l’hashtag #ivegotaselfieforeveryoccasion la prosperosa ed onnipresente Kim Kardashian inaugura una nuova categoria per gli autoscatti social.
In occasione della Giornata della Terra, Kim Kardashian posa, con sguardo basso e bikini Mikoh messo a dura prova dall’impegnativo décolleté, davanti a un lussureggiante sfondo di piante.

Kim-Kardashian-Selfish-RizzoliNon si tratta chiaramente della foresta pluviale ma probabilmente di qualche lussuosa spa. Non una foto narcisistica ma uno scatto impegnato, stavolta, per attirare l’attenzione sui rischi per l’ambiente.
Ma per non sprecare nessuna opportunità mediatica, l’intraprendente Kim Kardashian precisa, nella didascalia, che la foto è tratta dal suo libro che uscirà i primi di Maggio, Selfish, una raccolta di provocanti autoscatti pensata per il marito ma gioiosamente condivisa anche col resto del mondo. Il titolo, che letteralemente significa Egoista, gioca con l’amatissima parola “selfie”. Un colpo al cerchio e uno alla botte!

Rihanna abbandona il palco: sexy “pescatrice” alle Hawaii

Tutto ci si poteva aspettare di Rihanna tranne che fosse anche un’ottima pescatrice.

20150428_96496_image

La cantante infatti è in questi giorni in vacanza alle Hawaii e con la canna da pesca sta dando veramente il massimo di se: ha posato sorridente con un enorme pesce fra le mani a cui scocca un bacio e poi ha postato le foto su Instagram. La star dell’isola di Barbados era in barca con la sua migliore amica, Melissa Forde dopo il matrimonio celebrato alle Hawaii di Jennifer Morales, assistente di Rihanna.

Sesso, boom della pillola dell’amore: vendute 4.000 compresse al giorno

Ben 1,2 milioni di compresse vendute in Italia nell’ultimo anno, circa 4.000 al giorno: sono i numeri della nuova arrivata fra le pillole ‘dell’amorè, la prima prodotta da un’azienda italiana, Menarini.

image44

PILLOLE ANTI-IMPOTENZA: 1,2 MLN VENDUTE I dati sono stati illustrati in occasione di Best 2015, appena concluso a Firenze, un meeting nato per mettere a confronto gli specialisti della Società italiana di andrologia (Sia), della Società italiana di andrologia e medicina sessuale (Siams) e della Società italiana di urologia (Siu). La sua rapidità d’azione – funziona entro 15 minuti dall’assunzione – ha reso la pillola altrettanto rapida a imporsi nel panorama dei farmaci anti-impotenza. Su un milione e mezzo di italiani in cura per disfunzione erettile (pari alla metà del totale dei pazienti), circa 600.000 temono gli effetti collaterali dei farmaci ‘classicì e non sono soddisfatti perché questi costringono a programmare i rapporti sessuali in anticipo, togliendo spontaneità alla vita sessuale.  La pillola dell’amore italiana, invece, svincola il paziente dalla necessità di pianificare la possibilità di avere rapporti, «Avanafil ha un profilo d’azione adatto a colmare un ‘vuotò nelle attuali terapie della disfunzione erettile – spiega Giorgio Franco, presidente Sia – È sicura e facile da assumere, risulta ben tollerata amche al dosaggio più alto di 200 mg ed è efficace anche in presenza di una disfunzione erettile di grado severo». «Menarini da sempre investe molto nella ricerca ed è alleata del medico della sessualità nella cura delle patologie uro-andrologiche per la capacità di impatto sui bisogni non ancora soddisfatti del paziente», commenta Vincenzo Mirone, segretario generale Siu. «Best è l’occasione per riunire i massimi esperti italiani di andrologia, un’eccellenza riconosciuta e accreditata», aggiunge Emmanuele A. Jannini, presidente Siams.

Francesca Cipriani: “Ho fatto tanti sacrifici. Lisa Fusco? Mi ha usata per farsi pubblicità”

“Dietro di me una storia e tanti sacrifici, imparerò a fare la spaccata per risolvere tutti i problemi della vita”. A parlare Francesca Cipriani ai microfoni de I Radioattivi (con Ettore Petraroli e Rosario verde) su Radio Club 91: “Sono drogata di shopping e non faccio il cambio di stagione. Lisa Fusco? Non so per cosa sia famosa. Viene da una tv locale, mi ha usato per farsi pubblicità con una sceneggiata.

UpkPfA5XLjgBmgzi7i2hkBRjZ0Fhx8Fyd688JqoJXZ8=--

La sua bassezza una scusa. Kylie Minogue ce l’ha fatta anche se di statura minuta. La Fusco non piace al pubblico probabilmente”. Qualche parola anche per Lisa Fusco: “Lisa mi ha insultato perché forse quel giorno aveva mangiato qualcosa di acido parla mentre nei camerini mi aveva salutato anche in modo bonario. E’ stata una sceneggiata poco valida. Ma io non me la prendo. Sono da 10 anni nel mondo dello spettacolo e partecipo ad almeno un programma all’anno. Dietro di me c’è una storia e tanti sacrifici. La Fusco dice di non sfondare perché bassa ma non è vero. Abbiamo tanti personaggi nel mondo dello show business, come Kelly Minogue, che hanno fatto successo senza altezza. La Fusco deve cercare la causa del suo insuccesso in altro. Forse non piace al pubblico. Non so per cosa sia famosa, se non sbaglio ha lavorato in una tv campana, però io l’ho visto all’Isola dei famosi, l’unica trasmissione nazionale che ha fatto. Non voglio attaccarla. Ognuno guarda il proprio. Litigare non è costruttivo, è anche una questione di educazione, ci sono modi e modi per porsi alle persone. Ha attaccato me che non c’entravo nulla. Io non ho niente contro nessuno”.

Taylor Swift, annuncio shock sul web: “Mia madre ha il cancro”

La madre di Taylor Swift ha il cancro. Ad annunciarlo è stata la stessa popstar, che in una lunga nota pubblicata sul social Tumblr, ha spiegato di voler mantenere privati i dettagli sulle condizioni della mamma e sulla terapia che verrà intrapresa.

article-1334587-0C4BB2D4000005DC-241_468x503

“Sono addolorata nel dirvi che mia madre ha il cancro, ha scritto la Swift, aggiungendo che è stata la mamma Andrea a voler diffondere la notizia per sensibilizzare i fan.Nella nota, intitolata “Perché sappiate”, Taylor Swift ha raccontato di essere stata lei a chiedere alla mamma di sottoporsi a un check up come regalo di Natale. “Non c’era alcun allarme rosso e lei si sentiva perfettamente bene, ma lo ha fatto solo per far felice me e mio fratello Austin”, ha scritto la cantante. L’esito del controllo, effettuato a dicembre 2014, si è fatto attendere, ma una volta ricevuta l’amara diagnosi, la madre della popstar non ha avuto dubbi e ha chiesto alla figlia di diffondere la notizia per incoraggiare i fan a seguire il suo esempio: “Forse ricorderete ai vostri genitori di andare a fare un controllo per il cancro che potrebbe portare a una diagnosi precoce e una battaglia più semplice – ha scritto la cantante di Shake it off – o comunque starete più tranquilli nel sapere che sono in buona salute e non c’è nulla di cui preoccuparsi”.
La popstar ha anche aggiunto che la mamma non la seguirà nel prossimo tour: “Ha una battaglia troppo importante da combattere”, ha detto Taylor Swift, che ha ringraziato i fan e ha concluso il suo post con un pensiero per loro: “Spero e prego affinché non riceviate mai notizie come questa”.

Misha e il suo pene di quattro chili e mezzo

Si chiama Mischa, è tedesco e vanta un record unico al mondo: è l’uomo col mpene più grosso del mondo. 23 centimetri di lunghezza e ben 3 chili e mezzo di peso. Roba da far impallidire Rocco Siffredi. Ma non è nato così: le sue super-dimensioni sono il frutto di cospicue iniezioni di silicone.

mischa-pene-enorme-pixel-656057

Pompa oggi e pompa domani, s’è trovato così. In un intervista rilasciata al settimanale “Vice2 e ripresa da dagospia.com, Mischa spiega com’è vivere con quell’affare in mezzo alle gambe: il sesso, innanzitutto, è molto più complicato quando non impossibile, “ma – dice – basta uscire dai ruoli stabiliti e dalle idee comunemente accettate sul sesso e si è liberi di giocare”. Dice di preferire orinare da seduto, dal momento che negli orinatoi tende ad attirare strane occhiatacce.
Ma soprattutto spiega come e perchè s’è fatto quelle massicce iniezioni di silicone: “Penso che sia iniziato tutto all’incirca vent’anni fa, quando mi hanno regalato una pompa a vuoto per allungare il pene. Non sono riuscito a resistere alla curiosità, e l’ho provata. Prima lo facevo di nascosto e tenevo per me gli effetti, ma poi ho iniziato ad andare in giro dopo averla utilizzata, e la sensazione mi piaceva troppo, l’impressione di essere intrappolato nel corpo in cui ero nato non c’era più. Per me era importante aver preso una decisione cosciente di intervenire sul mio fisico”. Per il resto, a parte dover indossare delle speciali mutande contenitive, fa una vita normale: “Vado al lavoro, faccio la spesa, vado nei locali e al cinema. Di solito cerco di fare in modo che non sia troppo evidente. Ma certo, non è proprio così facile”.